Attualità

Piazza Volta, il sogno di Robin Hood Matteo: “Una Pizzeria Popolare, per i comaschi”

Bisogna dirlo, Matteo Gaffuri non ama la ribalta, preferisce, come si dice, lavorare lontano dal grande occhio di bue che tutto illumina.

La notizia circolava da un po’, senza grandi conferme, poi la comparsa di un cartello sulle vetrine che un tempo ospitavano lo storico Pollini ha trasformato il mezzo sussurro in una quasi certezza.

Così diventa difficile non disturbare la proverbiale riservatezza del giovane imprenditore.

Piazza Volta, angolo di svolta verso via Rubini, si cercano cuoco, pizzaiolo, camerieri, lavapiatti barista. I soliti beniformati parlavano giustappunto di pizzeria.

L’idea-desiderio è, come detto, di Matteo Gaffuri già titolare del Caffè Duomo, del Lake Café (locale gemello a un passo, in via Cinque Giornate) e del nuovissimo Martinez, sempre di piazza Volta.

Gaffuri è prudente parla di un progetto che ha “nulla di definitivo. Siamo in una fase analitica, abbiamo messo il cartello per vedere se il personale c’è, dobbiamo ancora studiare le pizze, il tipo di pasta e procedere ancora con tutti gli iter amministrativi”.

Insomma, stadio embrionale. “Voglio essere prudente e fare un passo per volta”. Ma poi, pur con le legittime cautele di chi investe denaro in un’operazione, un assaggio (e che assaggio: una fetta, per stare in tema, gustosissima) di notizia lo concede: “Io immagino una pizzeria con cucina di alta qualità ma non per le élite. Un posto per tutti i comaschi”.

Dove però, fatalmente, incapperanno anche i turisti, in piazza Volta non è improbabile.
No, mi creda, sto pensando a un locale per i cittadini, un posto che vorrei chiamare “Pizza Popolare”.

Bello, perché?
Perché le piazze non sono solo per chi ha grandi disponibilità, sono per tutti.

Quindi i prezzi saranno calmierati?
Certo, per mantenere questa filosofia. Ma, mi creda, ora dobbiamo studiare, verificare la fattibilità, spero davvero sia possibile ma i piani potrebbero cambiare.

Apertura, la prossima primavera?
(Ride) Piano, piano. Un passo alla volta.

E, un passo alla volta, nel gigantesco mutamento del tessuto cittadino (in primis per effetto del grande turismo), Piazza Volta, così come infiniti segmenti del centro si sta avvicinando a essere uno spazio a prevalenza drink&food. Tra catene e iniziative locali (parlando di commercio e di sistema dell’accoglienza) è del tutto evidente quale sia il nuovo petrolio economico di Como.

 

  1. Riccardo

    Como, da città di Alessandro Volta e della seta a quella dei B&B e della pizza al trancio….
    Anvedi che salto!

  2. marina

    ancora una pizzeria! Ma che fantasia! Se deve essere, quella zona, food&drink ( e già ce n’è di locali!..) allora perchè non una cosa diversa, tipo ristorazione vegana, oppure finger-food, oppure..

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata