Attualità

Piscina di Muggiò, Cna: “Diamoci una mossa, basta immobilismo. Sì a Nessi&Majocchi”

Cna si schiera apertamente a favore del progetto presentato da Nessi&Majocchi al Comune per costruire una nuova maxipiscina al posto della struttura, fatiscente e chiusa da luglio, a Muggiò (intervento da 7 milioni nella forma di leasing immobiliare, bando pubblico, tre vasche rispettivamente da 10, 25 e 50 metri).

Ad esprimersi con una nota dal titolo molto forte (“Diamoci una mossa: l’intervento dei privati, come a Milano, può fare la differenza e interrompere l’immobilismo”) sono il presidente di Cna Como Città, Armando Minatta (foto sotto) e il Presidente di Cna Costruzioni, Pasquale Diodato.

“I benefici di una tale proposta sarebbero diversi – scrivono – l’intervento del grande Gruppo, sostenuto finanziariamente da Iccrea e realizzato con il contributo di una grande società come “Piscine Castiglioni” renderebbe l’impianto moderno, ecosostenibile ed efficiente, trasformandolo in una struttura di riferimento per un’ampia zona che va dal Canturino alla Svizzera”.

“Crediamo che sia un’opportunità concreta per il territorio per implementare l’utilizzo di manodopera locale e per coinvolgere eventualmente le nostre imprese artigiane – prosegue la nota – La soluzione avanzata per il finanziamento delle opere attraverso Iccrea rende sostenibile l’operazione, altrimenti difficilmente concretizzabile con risorse pubbliche. La piscina ristrutturata e migliorata anche dal punto di vista della sostenibilità ambientale, unitamente a una gestione imprenditoriale finalizzata alla realizzazione di un polo per gli sport acquatici, renderebbe il complesso attrattivo per tutto il territorio”.

“Riteniamo – concludono Minatta e Diodato – che l’intervento dei privati possa essere una buona soluzione per migliorare l’efficienza, la gestione e l’aspetto della nostra città, prendendo spunto dal vento di rinnovamento che soffia da Milano. Questo sistema che prevede il coinvolgimento di grandi imprese e di soggetti economici importanti potrebbe essere mutuato anche per altri progetti similari. Le nostre imprese si mettono a disposizione per collaborare a tali progetti”.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata