Attualità

Sotterranei e dragoni in via Volta. Apre la nuova sede di PlayTime, il paradiso dei nerd

L’antidoto ai giochi solitari (o al massimo con un amico online) davanti a uno schermo esiste, si chiama Play time ed è nascosto in via Volta, dietro una vetrina piena di “pupazzetti” (“Si chiamano action figures!”).

È qui infatti che, pochi giorni fa, Max Tassone insieme ai due soci Luca e Claudio Salvadè, ha inaugurato un negozio che è il paradiso di giovani (e un po’ meno giovani) appassionati di giochi di carte collezionabili, giochi da tavolo, action figures (appunto) ma anche fumetti e manga.

E gli orfani di Graffiti, che ha chiuso i battenti in via Vittani da qualche anno, sono accontentati. “Avevamo già un negozio in via Lega Insurrezionale che abbiamo aperto nel 2011- racconta Max – ma ora abbiamo deciso di trasferirci in centro, e così eccoci qui”.

E per capire che il suo non è solo un negozio in cui entrare, comprare e andare via, basta ascoltarlo quando racconta come è nata questa sua passione: “Mi sono appassionato a questi giochi perché non mi piacevano quelli elettronici tipo Playstation, volevo un gioco di società, qualcosa da poter fare con gli amici a casa, magari con una pizza e una birra”. A Como però, il deserto. “C’erano negozi che vendevano le carte ma per poter giocare seriamente dovevo andare fino a Lecco”, racconta. E da qui l’idea.

“La nostra è sì una fumetteria specializzata in giochi da tavolo e di carte, ma organizziamo anche eventi in cui i ragazzi possono venire a giocare, come tornei di Yu-Gi-Ho! e Magic”.
E infatti basta affacciarsi su quella che poteva essere un’altra stanza in cui stipare fumetti, scatole e carte, e invece ospita solo tavoli e sedie pieni di ragazzi intenti a giocare, per capire che questo antidoto alla solitudine digitale piace a molti.

“Oggi qui si svolge la finale di un torneo di Magic iniziato un anno fa – spiega Mauro Fuggiaschi, una vita passata nello storico Graffiti e pronto a dare una mano a Max e soci – arrivano giocatori persino dalla Svizzera perché questo è l’unico negozio della zona ad organizzare tornei”.

“L’età dei nostri clienti va dai 15 anni ai 40 e oltre – racconta Max – organizziamo tornei di Yu-Gi-Ho! tutti i sabati e tre volte alla settimana ci sono tornei di Magic e anche dimostrazioni per chi vuole imparare il gioco”.

E così, quello che agli occhi dei profani potrebbe sembrare una dipendenza bella e buona (“Escono nuovi set di continuo e il mazzo che fino a ieri era invincibile, oggi può non valere niente – dice Mauro – devi aggiornarti continuamente comprando nuove carte”) in realtà nasconde un aspetto molto positivo, come spiega Max prima di tornare ai suoi giocatori: “Questo genere di carte uniscono l’aspetto collezionistico a quello del gioco e, rispetto ai videogiochi, sono molto più socializzanti perché per giocare bisogna essere almeno in due, ti obbligano a vedere persone, a parlare con loro. E molti alla fine diventano amici anche fuori di qui”.

L’articolo che avete appena letto è stato pubblicato su ComoZero settimanale, in distribuzione ogni venerdì e sabato in tutta la città: qui la mappa dei totem.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata