Attualità

Raccolta rifiuti, dal sondaggio la sorpresa: aveva ragione Simona Rossotti (o quasi)

Una promozione netta e sostanziale, che vale la conferma definitiva. Al di là di polemiche o singoli disagi, i comaschi che risiedono nel perimetro della cosidetta “città turistica” e delle zone interessate dalle novità della raccolta rifiuti a partire dal primo luglio scorso pare proprio che approvino le novità introdotte in estate dall’ex assessore Simona Rossotti (e ora ereditata dal collega Marco Galli, foto sotto) nell’estate scorsa.

L’indagine effettuata da Aprica per conto del Comune – la tipica “customer satisfaction” – si è sviluppata tra il 7 e il 9 novembre scorsi su un doppio campione di 80 utenze commerciali e 150 utenze domestiche. Partendo da questi ultimi, l’esito rivela che circa il 40% degli intervistati tra famiglie e cittadini in genere dice di essere molto soddisfatto dei cambiamenti nelle modalità di effettuazione della raccolta differenziata, soprattutto a causa degli orari di raccolta. Il 27% circa invece non ha un’opinione a proposito. Fra chi esprime un giudizio negativo il motivo principale dell’insoddisfazione sono gli orari di raccolta.

Sempre per le utenze domestiche, la metà del campione ritiene che i mezzi addetti alla raccolta rifiuti non intralcino per nulla il traffico, il 18,7% invece ritiene che intralcino molto. Un terzo del campione ritiene che non vi sia nulla da migliorare nelle modalità di raccolta differenziata. Il 16,7% ritiene che debbano essere migliorati gli orari della raccolta, tema rilevante soprattutto fra gli insoddisfatti nelle modalità di raccolta e in misura maggiore fra i residenti nella Città Murata.

QUI IL REPORT COMPLETO SULLE UTENZE DOMESTICHE

Tornando alle attività commerciali, il 27,5% degli intervistati si dichiara molto soddisfatto dei cambiamenti nelle modalità di effettuazione della raccolta differenziata, mentre un altro terzo non lo è per nulla. Il 17,5% invece non ha un’opinione in proposito. La motivazione principale dell’insoddisfazione riguarda gli orari di raccolta dei rifiuti. Secondo il 40% di bar, ristoranti e attività in genere ritiene che i mezzi addetti alla raccolta rifiuti non intralcino per nulla il traffico, il 30% circa invece ritiene che intralcino molto. Giudizi più negativi nel quartiere “fuori mura” rispetto alla città murata.

Circa un terzo degli intervistati suggerisce di migliorare gli orari di raccolta dei rifiuti, circa un quarto invece ritiene che non ci sia nulla da migliorare nella raccolta differenziata nella zona della Città Turistica.

QUI IL REPORT COMPLETO SULLE ATTIVITA’ COMMERCIALI

  1. riccardo

    …insomma..da residente non apprezzo particolarmente le “nuove ” modalità di ritiro.
    i sacchi ed i bidoni alla fine rimangono fuori tutta notte, addirittura fino alle 14.00 del giorno dopo. di notte comunque i mezzi passano a gran velocità con forti rumori.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata