Attualità

Rifiuti, la sperimentazione è approvata. Partenza 1 luglio, ecco tutte le variazioni

Adesso è ufficiale. La mini-rivoluzione voluta dall’assessore al Turismo e al Verde, Simona Rossotti, sul fronte della raccolta rifiuti è pronta.

Tre mesi di sperimentazione che porteranno diversi cambiamenti per 20mila comaschi residenti nella zona Turistica (Centro Storico, Sant’Agostino, Viale Geno) e di riflesso Camerlata, Rebbio e in Borgo Vico.

Il provvedimento è stato varato per superare la sovrapposizione dell’orario aperitivo-cena con il ritiro di sacchi e cassonetti. Vicenda che da qualche anno porta diverse lamentele e che con l’aumento dei visitatori in città richiedeva un intervento radicale.Ieri la giunta ha deliberato, la piccola riforma è dunque a un passo dal diventare esecutiva. L’avvio è previsto per il primo luglio.

PER APPROFONDIRE:
Spazzatura, ok alla tutela dello spritz. Ma anche la città merita rispetto

Ecco il dettaglio:

– Le zona della Città Murata e di S. Agostino – viale Geno verranno incorporate in un unico quartiere denominato Città Turistica, con effettuazione del servizio di raccolta dalle 06:00 alle 12:00, mantenendo in orario serale la raccolta di carta/cartone e imballaggi in plastica
per i soli commercianti;

– La zona Borgovico verrà pertanto integrata con il quartiere Valduce e mantenuta in orario serale nelle giornate di lunedì e giovedì;

– I quartieri Camerlata-Rebbio, attualmente effettuati al mattino, verranno spostati in orario serale

L’assessore sentinella vi citofona a casa: “Sono Rossotti, togliete subito la spazzatura”

Oggi in Centro Storico i residenti possono esporre bidoni e sacchi tra le 18 e le 20 del martedì (indifferenziata, organico, plastica, carta) e del venerdì (indifferenziato, organico, plastica e vetro). Mentre tra Sant’Agostino viale Geno la raccolta è nelle serate di lunedì e giovedì.

Le modifiche dunque prevedono

– Orario inizio raccolta: ore 6:00, con e bar/ristoranti che potranno esporre i rifiuti il giorno precedente a partire dalle ore 22.

– Gli esercenti di scarpe e abbigliamento dovranno esporre a filo strada carta/cartone e plastica entro le ore 19,30 nelle attuali giornate di raccolta;

– Per limitare le problematiche di rumori molesti, nella giornata prevista il vetro verrebbe ritirato a partire dalle ore 7;

–  Di conseguenza, per tutte le utenze la raccolta sarà effettuata dalle 6 alle 12, mentre l’esposizione dei rifiuti da parte degli utenti sarà consentita dalle ore 22 del giorno precedente alle ore 6 del giorno di raccolta;

– Per agevolare invece i commercianti, verrà prevista la raccolta serale nelle medesime attuali giornate con esposizione dei rifiuti alla chiusura serale dell’esercizio (ore 19,15-19,30);

– Bar e ristoranti potranno fruire del servizio effettuato il martedì mattina e, previo accordo con Aprica, concordare il ritiro di carta/cartone dalle ore 23:00 alle ore 24:00 nper le giornate del giovedì e del sabato;

– La raccolta della plastica non viene propriamente ripartita in giornate equidistanti, ma si è ritenuto improponibile effettuarla il sabato sera;

–  Per la raccolta diurna tutte le utenze domestiche e le utenze non domestiche dovranno procedere al successivo ritiro di bidoni/bidoncini entro le otre 13:00

Nel documento licenziato ieri la giunta ha confermato inoltre che “il piano di comunicazione con stampe e distribuzione è da intendersi quale elemento essenziale per la buona riuscita del progetto sperimentale anche con l’intento di rendere, a tutti gli effetti, il cittadino parte attiva al cambiamento anche attraverso campagne informative mirate”. Durante i tre mesi verranno avviate analisi di customer satisfaction, per categorie di utenti, in modo da saggiare l’eventuale bontà del test

 

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata