Attualità

Rudere per ricchi: il Comune vende la Palazzina Espe. Mezzo milione per lo scheletro di un edificio

E’ in fase di aggiornamento il Piano delle Alienazioni del Comune di Como, ovvero quel documento che elenca gli immobili comunali che, su indicazione dell’amministrazione, devono essere venduti.

Alle modifiche per il triennio 2020/21/22 sta lavorando in prima battuta la Commissione IV che si occupa di Patrimonio. E proprio in questa sede è venuta a galla una storia quantomeno curiosa.

Tra le proprietà da alienare nel 2020 c’è infatti il cosiddetto “Compendio Espe”, sigla che sta per Ente Scuola Professionale Edile della Provincia di Como.

Da quanto si è appreso in via San Bernardino da Siena, dove ha sede l’istituto scolastico che forma le nuove generazioni di muratori, c’è una palazzina costruita dai manovali in erba proprio su richiesta del Comune molti anni fa. Gli studenti infatti per fare pratica costruivano e demolivano continuamente, così l’allora amministrazione comunale commissionò loro una palazzina di piccole dimensione da consegnare “a rustico”, ovvero non ancora rifinita.

Lo scopo del Comune era poi di completarlo per avere a disposizione piccoli appartamenti, monolocali o bilocali. La scuola ha consegnato a suo tempo l’edificio, entrate di fatto tra i beni immobili del Comune che però non ha mai concluso i lavori per rendere disponibili gli appartamenti. Così oggi la palazzina è tra le strutture da vendere a un valore proposto dal Comune di 530mila euro.

“Credo che l’amministrazione dovrebbe trattenere e terminare con un investimento economico questo edificio, vista la fame di alloggi di questi tempi” ha però contestato il consigliere di Forza Italia Enrico Cenetiempo in Commissione IV.

Dubbioso sulla fattibilità economica e pratica il pentastellato Fabio Aleotti: “Sarebbe necessario capire se la struttura portante è a norma con le leggi vigenti vista che è stata costruita molti anni fa”.

L’articolo che hai appena letto è stato pubblicato su ComoZero settimanale, in distribuzione ogni venerdì e sabato in tutta la città: qui la mappa dei totem.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata