Attualità

Sesso e denaro: se questo è un corpo. Ecco la maxi inchiesta di ComoZero settimanale

Intercettiamo un fenomeno. Ci proviamo almeno e tentiamo di inquadrarlo da ogni prospettiva se non possibile quantomeno raggiungibile, in questa città. Parliamo del sesso a pagamento, della pornografia e di ogni elemento che si connette a un mercato che rappresenta una delle più alte movimentazioni di denaro (legale e illegale) a livello mondiale.

Prostituta sulla strada del comasco ph (e copertina): Carlo Pozzoni

Ci siamo interrogati molto sul come e sul perché. Alla seconda domanda rispondiamo semplicemente: perché è un enorme segmento della realtà e come tale può e deve essere documentato, d’altronde attraversa diagonalmente società, economia, politica, sicurezza.

Poi si pone la questione di metodo, il confine tra racconto e scivolone nel pecoreccio bieco è meno che millimetrico. Facile scatenare il prurito triviale, peggio ancora sottovalutare ogni coefficiente che porta allo sfruttamento della prostituzione, alla tratta delle donne, alla mercificazione schiavistica dei corpi.

E‘ pure vero che la prostituzione non finisce dove finiscono le azioni criminali, esiste un mondo (certo non maggioritario ma reale) di persone che esercita il mestiere con un alto grado di consapevolezza (qualcuno potrebbe opinare parlando di ricatto indiretto, sociale e economico: è vero, ma quelle che leggerete sono le loro testimonianze).

Ci sono poi temi meno (ma non del tutto) complessi come pornografia e oggettistica connessa all’hard. A Como esistono gli ultimi baluardi di epoche andate: un cinema porno e un sexy shop che incredibilmente tengono nonostante l’online abbia, dagli esordi e prima di tutto il resto, fagocitato il settore a luci rosse.
Insomma, abbiamo cercato di affrontare il tema aprendo parecchie porte. Lo abbiamo fatto, come sempre su queste pagine, senza preconcetti, senza titoli impostati a tavolino, senza un’idea del racconto ma con un pensiero preciso circa il paradigma narrativo.

Ovvio, non pretendiamo di aver esaurito l’argomento (oltre la mercificazione esistono altre dimensioni del sesso di cui ci occuperemo). In ogni caso, ben vengano le vostre storie, i racconti, le controdeduzioni e segnalazioni. Potete contattarci su Facebook o scrivendo a:
redazionecomozero@gmail.com.

Vi aspettiamo.
Intanto, buona lettura.

Qui sotto tutti gli approfondimenti usciti su ComoZero Settimanale (clic sui titoli per leggere)


#1 IL MERCATO DEL CORPO. LA PROSTITUZIONE A COMO TRA ONLINE (IN CENTRO) E STRADA (IN PERIFERIA)

#2  SCHIAVE TORTURATE, PROSTITUZIONE: “UNA PRIGIONE CHE UCCIDE LE DONNE”

#3  INTERVISTA VERONICA, 22 ANNI, ESCORT DI LUSSO. LEI LO FA PER PASSIONE (E PER DENARO): “MI PIACCIONO GLI UOMINI”

#4 REPORTAGE – SESSO SENZA CONFINE, VIAGGIO AL POMPEII DI CHIASSO: “I 20ENNI VOGLIONO LE MILF”

#5 HAPPY ENDING: HO PROVATO UN CENTRO MASSAGGI CINESE A COMO. VE LO RACCONTO

#6 VECCHIO CINEMA PARADISIACO: CONTRO IL PORNO ONLINE A COMO ESISTE (E RESISTE) L’ULTIMA SALA DELL’HARD

#7 SEXY VINTAGE E PORNO NOSTALGIA: ALLA SCOPERTA DELL’ULTIMO SEXY SHOP DI COMO

#8 ERA UN GRAN CASINO. NEL LIBRO DI CRISTINA FONTANA LE STORICHE CASE CHIUSE DI COMO

 

  1. Posso dire d’aver conosciuto diverse donne, che sono tornate in via definitiva al mestiere di meretrice, come madre e figlia, prostitute consapevoli, le quali sfasciavano di continuo le rispettive autovetture di grossa cilindrata.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata