Attualità

Sì del consiglio comunale: blocchi parziali del traffico a Camerlata per i grandi eventi

Blocco del traffico alle porte della città in caso di eventi di estremo richiamo verso la convalle, ad esempio le manifestazioni di Natale. E’ stata approvata all’unanimità, ieri sera, la mozione proposta dal gruppo di Svolta Civica (Vittorio Nessi, Maurizio Traglio, Barbara Minghetti).

Per scongiurare il caos del traffico, il gruppo ha testualmente chieto “drastiche misure”. Le seguenti, rispetto alla “direttrice Sud-Nord (dalla zona di Camerlata verso il centro indicativamente, ndr)” punta al raggiungimento di due obiettivi:
⦁ Contingentare l’accesso dei veicoli in entrata al fine di impedire che la fila di macchine inoperose, ma con motore acceso, si formi all’interno della convalle;

⦁ rendere conveniente l’entrata in città attraverso dei mezzi pubblici o di navette, dopo aver lasciato la vettura nei parcheggi di prossimità (Valmulini, Grandate, Tavernola).

“La prima soluzione – afferma Svolta Civica – risiede nel contingentare l’ingresso in città delle vetture, al fine di evitare la congestione delle auto bloccate nella convalle. Un’analisi del turn over dei parcheggi e della fluidità del traffico in centro consentirà di stabilire il numero di vetture che ogni ora potranno entrare nella città, trovando la possibilità di una comoda soluzione di sosta e senza bloccare la circolazione. Al tempo stesso, la Polizia Locale e una importante rete segnaletica dovrebbero incanalare gli automobilisti verso i parcheggi di prossimità, nei quali vi sia disponibilità di posti. Sulla base di queste premesse, l’alternativa che si porrebbe di fronte agli utenti della strada sarebbe attendere pazientemente (e a motore spento) il turno per entrare in città, oppure utilizzare le frequenti corse verso il centro (navette, bus, treno, battello) con evidenti benefici di tempo e risparmio dello stress”.

Inoltre, Svolta Civica ha proposto “l’istituzione temporanea di corsie preferenziali destinate a navette, mezzi pubblici e residenti del centro città, su cui potrebbero transitare anche i veicoli privati diretti agli autosili di prossimità”.

Questo mentre, sempre secondo i proponenti della mozione, “il traffico di mero transito sulla direttrice Sud–Nord dovrebbe essere dirottato sull’asse autostradale che bypassa la città sino a Tavernola. Una simile iniziativa non potrà prescindere da una massiccia campagna informativa e da un coordinamento generale con le amministrazioni dei Comuni di Cintura”.

Da qui la richiesta di impegnare sindaco e giunta “ad affrontare il problema secondo le linee direttrici sopra esposte, implementando le stesse con i mezzi di analisi e di intervento di cui si dovrà dotare”.

Vedremo se, in attesa del prossimo Natale, già per i prossimi lunghissimi ponti che vanno da Pasqua (21 Aprile) al Primo Maggio (che cade di mercoledì), con in mezzo il 25 Aprile, potrà già dare indicazioni concrete.

  1. Fabio Bulgheroni

    bene.aspetto di leggere il documento quando pubblicato.
    ovviamente , ne sono certo, saranno coinvolti i comuni di cintura . . ah ma dimenticavo Natale non è poi così vicino.
    Fabio Bulgheroni Sindaco

  2. Luisa Corti

    Ci vorrá l’esercito…

  3. Carlo B

    Proposta bella ma utopica, attualmente inapplicabile, se non creando enormi problemi a chi avrebbe diritto di entrare, residenti in convalle ma pure i transitanti verso le sponde del lago.
    Una possibile soluzione? Enormi cartelli con indicato:
    Parcheggi di corona = 1€ al giorno, compreso navetta
    Parcheggi in convalle = 5€ all’ORA
    forse (ma non é detto) si otterrebbe di decongestionare il centro, limitare soprattutto l’inquinamento, e comunque rimpinzare le casse di CSU con però la specifica indicazione di destinare il surplus a potenziare i servizi per i cittadini

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata