Attualità

Si-può-fare!? Stadio Sinigaglia, la concessione 6+6 non è (più) un tabù. Oggi il supervertice

Talora è bene che ogni parola non sia assolutamente mediata o sintetizzata. Da programmi, oggi, l’incontro tra il sindaco di Como, Mario Landriscina, e la proprietà del Calcio Como.

Tra i temi, in un’ottica prospettica di completa rivitalizzazione della struttura (e della zona, pallino del primo cittadino) si è parlato, soprattutto, dei termini di concessione dello Stadio.

Ecco la nota del Cernezzi:

Oggi come previsto a Palazzo Cernezzi si è svolto l’incontro tra l’amministrazione e la proprietà del Calcio Como. Erano presenti per il Comune il sindaco Mario Landriscina, gli assessori Francesco Pettignano, Marco Galli, Vincenzo Bella, e per il Como Michael Gandler e Federico Bottacin. Nel corso dell’incontro sono state definite in modo condiviso una serie di azioni che riguardano il futuro dello stadio.

Si è parlato del prolungamento della concessione, tornando a considerare l’ipotesi dei 6 anni + 6, e si arriverà a una nuova perizia sull’intero stadio nello stato in cui si trova attualmente. Si è iniziato a discutere anche della riqualificazione completa, un tema fondamentale e un obiettivo condiviso tra le parti, che sarà possibile in una fase successiva.

A seguito della nuova stima si definirà l’entità e la competenza degli interventi necessari, di manutenzione sia ordinaria sia straordinaria. Amministrazione comunale e società hanno espresso soddisfazione per aver definito i successivi passaggi e considerano questo incontro una base per proseguire in un dialogo sereno e costruttivo.

  1. Speriamo bene

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata