Attualità

Sorpresa di Santo Stefano. Tempio Voltiano, Piazza Roma, scuole e campi sportivi: restauri e lavori per 800mila euro

In un placido Santo Stefano, tra avanzi e nuovi festeggiamenti ecco che il Comune invia un lunghissimo elenco di lavori attesi da molto tempo. Si parte dal Tempio voltiano da anni in condizioni pessimi dopo i crolli dell’estate 2014, lavori al via a gennaio.

Segue piazza Roma, via Pretorio e Rodari comprese,  con il sistema di illuminazione (risale a 60anni fa) interamente da rifare. In arrivo 24 lampioni, bando a fine gennaio.

Infine, ultimo ma non ultimo, un mega intervento da oltre 600mila euro per l’edilizia scolastica.

Data l’articolazione di ogni intervento, riportiamo, letteralmente, quanto fa sapere Palazzo Cernezzi:

TEMPIO VOLTIANO

Approvato il progetto definitivo/esecutivo del rifacimento dell’intonaco e delle decorazioni di alcuni soffitti del Tempio Voltiano in seguito ai distacchi verificatisi nell’estate del 2014.

I tempi lunghi per lo sviluppo del progetto definitivo/esecutivo affidato alla fine del 2018 si sono resi necessari per poter effettuare dei monitoraggi preliminari, indagando sulle possibili cause del distacco anche con l’utilizzo di indagini chimico/fisiche, nonché per indagare lo stato di conservazione e l’ancoraggio dell’intonaco al solaio latero-cementizio.

Tutte le indagini sono state sviluppate ed eseguite in stretto contatto e sotto la sorveglianza dei funzionari della Sovrintendenza ai Beni Culturali.

Il progetto, che è stato già autorizzato dalla Sovrintendenza, prevede interventi sui soffitti del piano rialzato e sulla galleria del primo piano, con il recupero degli stucchi del soffitto attraverso il distacco degli stessi e la ricollocazione precisa sulle volte a seguito del rifacimento degli intonaci.

L’intervento è affidato nell’ambito dell’Accordo Quadro n. 5 “Sistemi culturali” con un importo complessivo di 120.000 euro. I lavori potranno partire entro il mese di gennaio 2020, non appena sottoscritta la lettera commerciale di affidamento.

PIAZZA ROMA

Approvato il progetto esecutivo del rifacimento integrale dell’impianto di illuminazione pubblica di piazza Roma, via Pretorio e via Rodari.

L’impianto originario era stato realizzato negli anni Sessanta ed è costituito da 14 punti luce in piazza Roma e nove in via Pretorio, insufficienti a garantire il minimo dei requisiti illuminotecnici previsti dalla vigenti normative.

La realizzazione di un nuovo impianto di illuminazione era stata solamente predisposta con la realizzazione dei cavidotti nell’ambito del rifacimento di piazza Roma nel 2016, senza però installare i nuovi corpi illuminanti. Con questo intervento verrà completato l’iter avviato così da poter garantire finalmente un’adeguata illuminazione a questi spazi.

Il nuovo impianto sarà formato da 24 nuovi apparecchi illuminanti collocati in piazza Roma, tre in via Rodari e nove in via Pretorio, tutti con lampade a led per garantire sia un significativo miglioramento delle condizioni di visibilità e di sicurezza, sia la riduzione dei costi di gestione e manutenzione necessari per l’esercizio dello stesso.

Piazza Roma

Questo intervento si pone anche l’obiettivo di adeguamento alle norme sulla riduzione dell’inquinamento luminoso.

Il progetto, che comporta una spesa complessiva di 98.600 euro, per la definizione delle finiture estetiche e la scelta dei modelli dei corpi illuminanti è stato sviluppato con la Sovrintendenza, che si ringrazia per l’efficace collaborazione e i celeri tempi di autorizzazione del progetto.

Come indicato dalla Sovrintendenza nella propria autorizzazione, saranno mantenuti i corpi illuminanti in rame già esistenti, realizzati specificatamente per il centro storico di Como, mentre la scelta dei nuovi corpi illuminanti integrativi sarà sottoposta in corso d’opera alla valutazione della Sovrintendenza.

Il bando per la realizzazione dei lavori sarà pubblicato entro la fine di gennaio 2020, l’inizio dei lavori è previsto in primavera e l’entrata in funzione del nuovo impianto all’inizio dell’estate prossima.

EDILIZIA SCOLASTICA

Approvato i progetti esecutivi di seguito riportati per alcuni interventi di manutenzione straordinaria sulle scuole cittadine, per un importo complessivo di oltre 600 mila euro, necessari, oltre che per migliorare le condizioni degli edifici, anche per ottemperare alle prescrizioni impartite dall’Ats.

Dove i lavori non interferiscono con l’attività didattica potranno partire dall’inizio del prossimo anno.

Asilo nido Girotondo di via Zezio: sostituzione dei frangisole esterni del corpo principale dell’edificio (tutti della facciata sud e di parte della facciata est). I lavori sono affidati alla ditta appaltatrice dell’Accordo Quadro n. 1 “Edifici scolastici e asili nido”, per un importo complessivo di 126.000 euro.

Scuola secondaria di primo grado Ugo Foscolo di via Borgo Vico: manutenzione straordinaria della copertura della micropiscina con rifacimento degli isolamenti e impermeabilizzazione. Lavori affidati alla ditta appaltatrice dell’Accordo Quadro n. 1 “Edifici scolastici e asili nido” per un importo complessivo di 130.000 euro.

Scuola primaria e secondaria di primo grado di via Brambilla: manutenzione straordinaria e abbattimento delle barriere architettoniche nei servizi igienici degli alunni. Lavori affidati alla ditta appaltatrice dell’Accordo Quadro n. 1 “Edifici scolastici e asili nido” per un importo complessivo di 108.000 euro.

Asilo nido Caravella di via Giussani: sostituzione dei frangisole esterni non più riparabili, installazione di protezioni degli spigoli vivi dei termosifoni, sostituzione dei serramenti esterni del corridoio e dell’ingresso. Lavori affidati alla ditta appaltatrice dell’Accordo Quadro n. 1 “Edifici scolastici e asili nido” per un importo complessivo di 105 mila euro.

Scuola primaria e scuola dell’infanzia di via Nicolodi a Breccia: rifacimento della parte di copertura ammalorata con rimozione dei vecchi manti impermeabili e del sottostante  isolamento termico, posa di adeguato strato isolante e realizzazione di una nuova impermeabilizzazione. Lavori affidati alla ditta appaltatrice dell’Accordo Quadro n. 1 “Edifici scolastici e asili nido” per un importo di progetto pari a 143.000 euro.

SPORT

Interventi per oltre 260 mila euro ai seguenti impianti sportivi:

Campo da rugby di via Longoni: sarà ripristinato l’impianto di illuminazione in modo da assicurarne l’utilizzo anche nelle ore serali e da renderlo conforme alle normative C.O.N.I. per le manifestazioni sportive di serie A e per tornei internazionali. Saranno riattivati i fari esistenti agli ioduri metallici sostituendo le lampade esistenti, sarà integrato il numero dei fari con ulteriori 16 con le medesime caratteristiche, e sarà rifatto il quadro elettrico. Lavori affidati alla ditta appaltatrice dell’Accordo Quadro n. 3 “Edifici e patrimonio edilizio comunale” per un importo di progetto pari a 140.000 euro.

Istituto comprensivo di Como Rebbio, progetto di crowdfunding per l’area sportiva di via Durini: è stato approvato il progetto redatto in unica fase dai tecnici del settore Opere Pubbliche, sulla base di una proposta denominata “La rinascita dell’area sportiva di via Durini”, presentata dall’istituto comprensivo di Como Rebbio con l’obiettivo di riqualificare e valorizzare il campo sportivo polivalente esterno già esistente. Sulla proposta è stato attivato un progetto di crowdfunding per raccogliere fondi da destinare all’iniziativa. In tal modo, anche grazie al contributo della Fondazione provinciale della Comunità comasca, sono stati raccolti 19.200 euro.
L’intervento d importo pari complessivo pari a 126.000 euro è stato finanziato per 106.800 euro con fondi del Comune è affidato in adesione all’Accordo Quadro n. 3 – “Edifici e patrimonio edilizio comunale”.

  1. Silvia

    La velina. una volta si cambiava qualcosina.

  2. Speriamo sia il regalo di Natale!

  3. Andreab

    Ma allora a piazza Roma ci vogliono bene…. che la vogliano rilanciare?

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata