Attualità

Stadio: Ugoni da sindaco, Galli e Pettignano. Si punta a Serie A, concerti e più parcheggi

Oggi pomeriggio in Comune nell’ufficio del sindaco si è tenuto un incontro sul tema della riqualificazione dello stadio Sinigaglia con Francesco Ugoni, immobiliarista comasco che rappresentava una società lombarda interessata a investire sull’impianto.

Presenti, ovviamente oltre al primo cittadino Mario Landriscina, gli assessori Francesco Pettignano e Marco Galli.

Sono stati valutati prospettive, tempi e soprattutto il corretto iter procedurale per un eventuale intervento. Ugoni rappresenta un gruppo di imprenditori lombardi che ha coinvolto nell’iniziativa: pur dovendo ancora valutare a fondo la sostenibilità economica dell’operazione, gli imprenditori hanno da tempo manifestato la volontà di approfondire. Al momento, però, nessun progetto o documento di sostenibilità economico-finanziaria è stato presentato.

Tra le pochissime informazioni filtrate – ma si tratta più di intenzioni, in realtà – l’intenzione condivisa di amministrazione e imprenditori di realizzare eventualmente uno stadio già adatto a un’eventuale Serie A del Como, la valutazione di un intervento globale sull’area stadio che oltre alla riqualificazione dell’impianto per il calcio possa prevedere anche ipotesi di maggior utilizzo commerciale, per spettacoli e concerti, per ristorazione ed eventualmente una funzione alberghiera (non residenziale), una nuova e diversa dotazione di parcheggi, e un investimento non quantificato ma certamente attorno a qualche decina di milioni di euro.

Non è stato fissato un secondo incontro, ora servirà tempo per la cordata rappresentata da Ugoni per valutare le carte messe in tavola ed eventualmente per programmare in futuro un nuovo faccia a faccia con il Comune e con la società (già incontrata peraltro nei giorni scorsi).

  1. giorgio

    In Serie A sono richiesti 16 mila posti.
    Per contenere i posti si potrebbe però pensare a uno stadio leggermente più ridotto (12-14 mila posti), con possibilità di essere ampliato (a 16-18 mila): sarebbe ottimo tenere molto basso il lato opposto alla tribuna (così da far vedere il lago) e predisporre dei moduli montabili nel giro di un’estate, in caso di promozione in Serie A.

  2. Luisa Corti

    E gli asini volano…

  3. mssmm

    sembra un diversivo per prendere tempo e perdere tempo;

    ma i tifosi se ne accorgeranno;

    rif/ la fanzine distribuita domenica prima della partita

    (( domenica tutti a Novara per sostenere la squadra e l’allenatore, la domenica successiva lo stesso al Sinigaglia per Como – Pro Vercelli ))

  4. Comino

    Ma per andare in serie A, a parte lo stadio, non serve anche una squadra vincente e con i conti a posto? Allora forse sono 3 gli elementi mancanti in questo progetto

  5. Sartor Orietta

    Come si fa a dire che i conti non siano a posto!!! E chi lo dice ?? Tutti saputoni e sempre criticare,cominciate a venire allo stadio sia in casa che in trasferta,non abbiamo mai avuto società più sana,questo è un anno di transizione perché se Dio vuole avremo uno stadio polifunzionale,quindi a parer mio prima lo stadio poi una buona squadra x salire,basta critiche e ripeto tutti leoni da tastiera ma venite allo stadio piuttosto!!!

    • Comino

      Ok, allora i problemi restano 2. Quando non si tollereranno più i criminali in curva tornerò allo stadio.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata