Attualità

Tempio Voltiano tinto di rosa in attesa del Giro. Landriscina: “Uniti perchè vinca la città”

Como si tinge di rosa per celebrare l’arrivo del Giro d’Italia.

In collaborazione con Rcs Sport [ente organizzatore dell’evento] il Comune di Como, Fondazione Volta e Amici di Como metteranno a disposizione il Tempio Voltiano e la Fontana di Camerlata per un gioco di luci che segnerà i 102 giorni che separano la città dalla 102esima edizione del Giro d’Italia che il 26 maggio prossimo farà tappa a Como, dopo 32 anni dall’ultimo passaggio.“Si tratta di un evento secondo solo al campionato di calcio. Per sottolinearne l’importanza, abbiamo accolto l’invito di Rcs a illuminare un monumento – ha spiegato Luca Levrini, presidente di Fondazione Volta – abbiamo quindi pensato al Tempio Voltiano, che un tempo era sulle 10mila lire. Oggi quella banconota non esiste più ma vogliamo riproporre il tema del Tempio.”Come illustrato da Levrini, due fasci di luce provenienti da due fari installati rispettivamente a Viale Geno e a Villa Olmo, tracceranno un “V” sopra il Tempio; un gioco di luci ispirato da quello predisposto per il primo anniversario dell’installazione di Christo sul Lago d’Iseo nel 2016. “Sarà un simbolo di accoglienza per lo sciame di persone e di celebrità. Ma andrà a simboleggiare l’unione della città durante questo evento” ha detto Levrini.
“Anche la fontana di Camerlata si tingerà di Rosa – ha aggiunto Daniele Brunati, coordinatore di Amici di Como, durante la conferenza stampa tenutasi nella Biblioteca Comunale di Como – quale miglior modo per celebrare il Giro d’Italia se non quello di portare i monumenti all’attenzione dei cittadini”?
Oltre al gioco di luci previsto per il 29 gennaio, i rappresentanti dell’amministrazione comunale – il Sindaco di Como, Mario Landriscina, l’assessore allo Sport Marco Galli e l’assessore al Turismo, Simona Rossotti – hanno fornito un quadro generale dello stato dei lavori di organizzazione per la tappa di Como.

L’assessore Rossotti che, in un’intervista di poche settimane fa con ComoZero sui grandi eventi culturali previsti per il 2019, aveva accennato all’importanza del Giro d’Italia per la cultura cittadina, ha annunciato in anteprima che “la Topolino di Fausto Coppi sarà in esposizione” durante la tappa comasca dell’evento sportivo.L’approvazione del ritorno del Giro a Como aveva destato qualche malumore in Consiglio Comunale, lo scorso ottobre, data della votazione, quando i consiglieri della lista Rapinese avevano eretto un muro di no e contestazioni.Rispondendo, implicitamente, alle critiche e ammettendo di apprezzare il dibattito a riguardo, il Sindaco di Como, Mario Landriscina ha invitato a fare fronte comune: “Mettiamoci in gioco al di là delle parti in modo che sia la città a vincere”.

Il passaggio del Giro, in corrispondenza esatta con le elezioni europee, ha spiegato il Sindaco, sarà una sfida non indifferente: “Garantiremo il diritto al voto. Punteremo sulla mobilità sostenibile, evitando di bloccare i traffici trans-cittadini. Stiamo studiando la città per identificare le zone che più facilmente potrebbero rimanere isolate, in modo da coniugare vita di tutti i giorni e l’importanza dell’evento sportivo”.“Sarà un evento per tutti. Non per pochi – ha dichiarato l’assessore Galli, facendo eco a Landriscina – stiamo lavorando coinvolgendo tutti gli assessori così come altri sindaci di comuni vicini per garantire che il giorno del Giro sia un giorno di gioia e non di difficoltà”.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata