Attualità

Ticosa, la bonifica finirà in anticipo: 2021. Landriscina:“Poi i parcheggi”

“Finalmente sarà possible restituire l’area della Ticosa alla città”.

Così il sindaco di Como, Mario Landriscina ha commentato il via libera dato al progetto che, entro 15 mesi dalla partenza dei lavori, porterà alla bonifica del terreno dell’ex tintostsamperia comasca.

“La fine delle operazioni è prevista per la fine del 2021”  ha spiegato l’assessore all’Ambiente Marco Galli, durante la conferenza stampa a Palazzo Cernezzi, questa mattina.

Il bando europeo per individuare la compagnia destinataria dell’incarico sarà aperto a gennaio.

La data di chiusura cantiere anticipa di qualche mese le indicazioni date in precedenza che volevano la bonifica terminata nel 2022.

L’anticipo, secondo quanto spiegato oggi, è dovuto alle specifiche definitive del progetto esecutivo.

“Il lavori dureranno 15 mesi, con inizio tra maggio e giungo 2020 approfittando delle condizioni meteo favorevoli – ha spiegato il geologo Ennio Grillo – mentre i campionamenti delle acque inizieranno a gennaio”.

I lavori di bonifica coinvolgeranno circa 8mila metri cubi di terreno che, una volta sbancati, verranno trasportati verso dei siti di stoccaggio appositi, lontani da Como.

Futuro Ticosa: Municipio, Santarella culturale, 1000 parcheggi. Hotel e negozi a Palazzo Cernezzi

Il costo finale delle operazioni, come già annunciato lo scorso agosto, richiederà una spesa di 6 milioni di euro.

Il sindaco Landriscina ha voluto rassicurare la cittadinanza su due punti specifici: la garanzia per la salubrità dell’area attorno al cantiere e l’impegno a vigilare sulle procedure di assegnazione del bando.

“La cifra necessaria per attuare il progetto dipende anche dalla precauzioni prese per proteggere la salute di chi lavora e vive attorno al cantiere – ha spiegato Landriscina – il trasporto del terreno da sbancare non causerà disservizi alla viabilità”.

Per quanto riguarda i futuri utilizzi dell’area, il sindaco non ha indicato impieghi specifici che verranno decisi dopo il completamento della bonifica.

“Si tratta di un’area strategica come abbiamo detto molte volte. Vogliamo trovare soluzioni che siano armoniche – ha detto Landriscina – certamente alcuni temi della città come i parcheggi devono essere risolti. Il quartiere attorno all’ex Ticosa è in grande sofferenza tra San Rocco, San Bartolomeo e via Milano e faremo il possibile per trovare delle soluzioni ai problemi”. 

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata