Attualità

Via Regina, un parcheggio nell’ex campo migranti. Via Sirtori, l’autosilo sale di un piano

Si avvicina la trasformazione dell’ex campo migranti di via Regina in qualcosa di decisamente diverso. Ieri infatti, nel corso della riunione della giunta di Palazzo Cernezzi, l’assessore alla Mobilità, Vincenzo Bella, ha condiviso con colleghi e sindaco la possibilità di realizzare un posteggio sulla superficie che dal settembre 2016 all’ottobre 2018 ha ospitato i container.

Il sindaco Mario Landriscina, che già si espresse favorevolmente su questa ipotesi lo scorso anno, è tra i più convinti rispetto a questa riconversione.

L’area, complessivamente, si aggira attorno ai 2.500 metri quadrati di superficie e in una zona come San Rocco dove i posti auto sono decisamente insufficienti, la realizzazione di un’area di sosta in via Regina potrebbe costituire una discreta boccata d’ossigeno.

Ph: Carlo Pozzoni

Per quanto riguarda l’altra ipotesi ventilata tempo fa, ovvero la trasformazione dello spiazzo in un parco giochi, sembra decisamente sul viale del tramonto.

Durante la riunione dell’esecutivo di ieri, inoltre, sindaco e assessori hanno affrontato il progetto che prevede la parziale (ma sostanziale) trasformazione del Centro Cardinal Ferrari, incastonato tra viale Battisti e via Sirtori, in una residenza per anziani (qui altri dettagli).

La parte antica dei fabbricati resterà tale e quale, ma tutto l’ala “nuova”, cioè quella affacciata su via Sirtori, sarà abbattuta e ricostruita nel corso del 2020. In tema di sosta, confermato l’innalzamento di un piano in altezza dell’attuale autosilo, per circa 36 nuovi posteggi che in parte colmeranno l’eliminazione di altri stalli a raso per la famosa pista ciclabile del progetto Eurovelo.

  1. Se si avvera, ben vengano!

  2. giorgio

    Ah ma allora la fanno la famosa pista ciclabile? Buono a sapersi!

  3. Luisa Corti

    A Como non si fa niente e basta…

    • Comino

      Sbagliato. Luisa non sia disfattista: a Como si fanno tante promesse.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata