Attualità

Villa Olmo umiliata. L’imbarazzante degrado della darsena tra terra, ghiaia e pattume

Metti un sabato di fine agosto in città. Metti di volerti godere il lago e un po’ di verde. Dove vai? A Villa Olmo, naturalmente.

Passeggi per il parco, fai una foto alla villa e poi ti giri verso il lago et voilà. Queste sono le condizioni della darsena oggi, sabato 31 agosto, ed è così da mesi.

Le foto sono di un lettore che, scandalizzato da tanta incuria, si limita a commentare: “Una sciatteria incredibile”. E come dargli torto?

Cumuli di terra e ghiaia che ostruiscono il deflusso della roggia e creano malsani ristagni, erbacce, rifiuti portati dal lago, ma anche abbandonati volutamente (a meno di pensare che le acque lacustri abbiano trasportato due pesanti bancali di legno e dei sacchi di pattumiera e li abbiano appoggiati al muro della scalinata) e, ciliegina sulla torta, i resti dei due piloni mozzati e dimenticati sui gradini.

Davvero uno spettacolo indegno per quello che dovrebbe essere uno dei gioielli della città. 

SFOGLIA LA GALLERY

 

  1. Vivacomo

    Ma perché non guardate la villa.e.come.e’ bello il Parco e come.ben tenuto. Tra i molti detriti portati dal lago certamente qualche cosa è arenata ma non capisco davvero perché si guarda sempre la.pagliuzza e mai si parla con orgoglio dei gioielli che abbiamo in città sono stata in vacanza e passata da Palermo…non dico lo stato di degrado su pulizie e verde in un gioiello di Città dai diventiamo orgogliosi e anche voi cronisti guardate più a 360 gradi perché altrimenti ci si focalizza davvero sul nulla con tutto rispetto per il prezioso lavoro che fate. Ma VivaComo sempre

    • Comino

      No, certe cose sono inaudite ed è giusto non lasciar correre e che anche i cittadini distratti si rendano conto delle condizioni di nostri beni, bellezze di sola facciata a parte.

    • Carlo B

      Proprio perché il luogo é incantevole, il parco, da poco completamente ristrutturato (con esborso di milioni di euro), si presenta in tutto il suo splendore, che é assolutamente necessario che anche la darsena si presenti in modo impeccabile,
      É come mettere a lustro un appartamento ma lasciando la cucina o il bagno tutto lordo ed in disordine

      • Comino

        Carlo, anche sul parco avrei da ridire, vista la zona serra o vasca? Brrrr… Un’altra incompiuta alla comasca: tutto recintato in modalità “pericolo di crollo ma entrate pure tanto non è vero e nessuno controlla” e via, come se nulla fosse

    • Mario Mainardi

      Oltretutto ti sbagli sul parco.. purtroppo non è ben tenuto. Dopo il meritevole intervento di realizzazione delle nuove aree verdi già si vedono i primi segni di incuria, che denunciano una evidente carenza di manutenzione. Basta dare un rapido sguardo ai cespugli informi in prossimità del km della conoscenza per accorgersi delle potature non eseguite. Insomma… il parco è stato rimesso a nuovo da pochissimo, ma tutti gli indizi lasciano intendere che, tempo qualche mese/anno, finirà come al solito: il Comune di Como peccherà nella manutenzione (per disinteresse, mancanza di professionalità, pigrizia, incompetenza etc etc) e l’investimento sarà vanificato

  2. Claudio

    Altro che assumere 109 nuovi Addetti in comune di Como, forse sarebbe il caso di far lavorare i”lazzaroni” anche con provvedimenti e penalità agli inadempienti invece di erogare premi di “inesistente produttività “ visto lo sconcio in più ambiti della città, certo anche favoriti da amministratori incapaci, che Como non merita

  3. Pier

    @Claudio, amministratori incapaci che Como non merita?? Da quando mi sono trasferito, circa 20 anni fa, ho visto e conosciuto il comasco, finto conservatore (solo per interessi personali), autolesionista e distruttore di tutto ciò che ha in torno. Quella gente che si è susseguita a “gestire” la splendida Como (perché è splendida) l’avete messa su VOI. N.b. Questa è una provocazione… magari vi rimboccate le maniche ?

    • Concordo sul fatto che si continua in modo autolesionista a rivolgersi al peggio solo perché dichiara di rappresentare un liberismo conservatore che caratterizza la cultura dells città.
      In realtà Como e i comaschi, posso dirlo perché con orgoglio ci sono nato e cresciuto, non sono conservatori. Non lo sono mai stati. Abbiamo avuto anni fa, sotto le Amministrazioni Gelpi, Spallino e Simone, una città splendida governata in modo splendido, da liberali, cattolici e socialistii progressisti. A Como era tutto eccellenza e innovazione. I comaschi sembrano conservatori in realtà sono solo invecchiati e come tutti i “vecchi” ricercano le soluzioni in un passato che non esiste più.

  4. Claudio

    Le amministrazioni e la burocrazia di Como non sono più state preparate come quelle citate da Gioele ed affrontato in modo adeguato le sfide che l’amministrare Como ogni giorno pone….. solamente occupazione delle sedie, neanche poltrone , senza studiare, senza progetti e senza capirne i valori, qualità che Como ha in se, ma da oltre 20 anni scarsamente esprime , auspichiamo una rinascita che la riporti dove la città merita

  5. Villa Olmo umiliata ? È tutta la città che viene umiliata da quando c’è questa amministrazione Landriscina e soci !

    • Pier

      Non dare la colpa solo all’attuale amministrazione…. e da un pezzo che la città di Como è presa in giro da tutte le amministrazioni…con il beneplacido di molti suoi cittadini.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata