cinque sensi

Magia di Andrea: l’arte diventa un foulard con il genio di Fabrizio Musa e Andrea Greco

Metti insieme due giovani e noti artisti comaschi, aggiungi un altrettanto giovane imprenditore innamorato del bello e con i piedi ben piantati nella tradizione e un pizzico di voglia di scommettere su un’idea un po’ folle (che, di solito, è l’ingrediente di ogni vero successo) ed ecco il risultato: arte (quella con la A maiuscola) e tessile (arte minore, si fa per dire) che si uniscono per dare forma concreta, e bellissima, a un sogno.

Il sognatore è lui, Andrea Molteni, una lunga tradizione familiare nel mondo dei tessuti (è figlio, buon sangue non mente, di Enzo Molteni, imprenditore tessile e storico presidente della Canottieri Lario) che con il fratello Riccardo e Sara Ronchi ha fondato, pochi mesi fa, un nuovo brand di accessori uomo, la Molteni Como, puntando su prodotti di alta qualità in numero limitato, proprio come le tirature delle opere d’arte.

(Fotoservizio: Carlo Pozzoni)

E così ecco l’idea: una serie limitata di foulard e sciarpe di cachemire stampati con disegni esclusivi realizzati da Fabrizio Musa e Andrea Greco, come racconta proprio Molteni.
“L’idea è quella di unire la cultura del tessile comasco e l’arte vera e propria rimanendo legati al nostro territorio. Così abbiamo coinvolto in questo progetto Fabrizio Musa e Andrea Greco che hanno realizzato appositamente per noi le opere poi riprodotte su due foulard e una sciarpa”.

Vere e proprie opere d’arte, quindi.
Si, ognuno dei 25 pezzi sarà firmato dall’artista e avrà un numero progressivo. Inoltre le matrici sono state distrutte e i disegni non potranno più essere riprodotti altrove, né esistono opere d’arte in vendita con gli stessi soggetti.

Chi ha realizzato materialmente i foulard e le sciarpe?
Anche in questo caso abbiamo scelto artigiani locali per avere un prodotto di altissima qualità, nonostante la ricerca dei confezionisti sia sempre più complicata. Una volta c’erano le vecchiette di Canzo e Asso ma ora, purtroppo, questa tradizione si sta un po’ perdendo.

l’artista Fabrizio Musa ph. Carlo Pozzoni

Un mix tra arte e moda non proprio alla portata di tutti. A chi è rivolto un prodotto del genere?
Sono accessori che rientrano a tutti gli effetti nel collezionismo d’arte quindi ci aspettiamo che, oltre che ai nostri classici clienti, possano interessare chi già conosce Musa e Greco. Il 25 gennaio li proporremo in vendita sul nostro sito e stiamo valutando di presentarli anche in punti vendita particolari a New York, Roma e Tokyo.

l’artista Andrea Greco ph. Carlo Pozzoni

Pensate di riproporre questa idea con altri artisti?
C’è una grande curiosità per questo collegamento trasversale tra le arti e molti sono interessati a collaborare. Vedremo il riscontro commerciale ma le premesse sono ottime e l’idea di presentare artisti diversi (o opere nuove degli stessi) di stagione in stagione è una cosa che ci piacerebbe continuare a fare.

L’articolo che avete appena letto è stato pubblicato su ComoZero settimanale, in distribuzione ogni venerdì e sabato in tutta la città: qui la mappa dei totem.

  1. Franca Panizza

    Bella questa collaborazione tra imprenditoria ed arte anche se non è propriamente una novità:a Natale mi è stato donato un meraviglioso foulard in seta dell’artista comasca Ester Negretti che apprezzo particolarmente,con un meraviglioso soggetto che raffigura
    il nostro lago,il tutto confezionato in una meravigliosa scatola con dedica dell’artsta e tutte le informazioni sulla sua arte.

  2. Maui

    Confermo quanto scritto da Franca,
    eccellenza comasca nell’arte e nella produzione serica.
    Ester Negretti ha realizzato opere d’arte da ” indossare ” in pregiata seta con altissima qualità di stampa già nel mese di ottobre 2018 😉

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata