Cronaca

Discoteche chiuse per alcol ai minorenni. Lettera aperta dei gestori: “Divertimento sano, lavoriamo per questo”

Solo poche ore fa la notizia

Alcol ai minorenni: il questore chiude il Libe Winter Club (ex Made) e il K-Class di Tavernerio 

Così, poco dopo è arrivata la risposta dei gestori, la riportiamo integralmente:

Ci teniamo a sottolineare che le nostre attività sono volte al sano divertimento e che ogni sera in cui siamo aperti prestiamo ogni attenzione affinché la legge sia rispettata, i nostri clienti siano sicuri e non corrano rischi di alcun genere: investiamo nella sicurezza, nella formazione del personale e prestiamo la massima cura affinché ogni serata sia un’esperienza di gioia e spensieratezza.

Per il futuro saremo parte attiva di un progetto di ancor più ampia sensibilizzazione del modo giovanile volto a combattere ogni forma di abuso affinché giunga chiaro e forte il messaggio che il divertimento sano non è schiavo di alcuna dipendenza.

Investiremo sempre più nella sicurezza dei nostri locali, chiedendo alle Istituzioni ed agli Organi di Polizia e di controllo che la prevenzione continui ad essere vera ed effettiva, senza tralasciare alcun locale, bar, ristorante, pizzeria o bistrot, affinché non ci siano più zone franche della movida di Como e provincia.

Condivideremo con gli Organi di Controllo e di Polizia il nostro modo nuovo di fare impresa nel mondo della notte. Chiediamo che la cassa di risonanza di questa vicenda non vada sprecata, e che questo tempo di fermo non sia sprecato!

Ricordiamo ai ragazzi che vogliono divertirsi che il divertimento bello, duraturo, che lascia ricordi piacevoli ed indelebili per la vita è solo quello sano! Tutto il resto si trasforma nella migliore delle ipotesi in mal di testa, in un trauma, se non addirittura in malattia e/o in tragedia, e si dissolve, svanisce, si spegne, perché non ha futuro, perché è incoscienza, è un’illusione vuota che non lascia ricordi, ma solo sconfitte.

Libe Winter Club
K-Klass

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata