Cronaca

Como, importunavano i passanti al Parcheggio Ippocastano: cinque stranieri espulsi

Ieri pomeriggio la polizia è intervenuta al parcheggio Ippocastano di Como per una segnalazione relativa a cinque cittadini stranieri che importunavano i passanti.
Una volta sul posto gli agenti delle volanti hanno tentato di identificare i ragazzi che, però, sono risultati tutti sprovvisti di documenti e pertanto accompagnati in Questura per gli accertamenti di rito.

Rilevate le impronte digitali, tutti i ragazzi fermati, di nazionalità Ghanese, Nigeriana e Pakistana e Libica, sono risultati irregolari e tutti con precedenti di polizia. I giovani sono stati dunque denunciati per il reato di ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato e sottoposti a provvedimento di espulsione del Prefetto con ordine del Questore ad abbandonare il territorio nazionale entro sette giorni.

Analoga sorte è spettata ad un cittadino Ghanese rìammesso dalla vicina svizzera il quale, già destinatario di un ordine del Questore di abbandonare il territorio, è stato denunciato dalla Polizia Frontiera di Ponte Chiasso per inottemperanza e successivamente è stato accompagnato in Questura dove è stato raggiunto da una nuova espulsione con contestuale nuovo ordine ad abbandonare il territorio nazionale entro sette giorni.

Sempre nella giornata di ieri dal Carceredel Bassone di Como sono stati scarcerati anticipatamente due cittadini stranieri: un uomo di nazionalità nigeriana precedentemente arrestato dalla Squadra Volanti della Questura di Como per spaccio di sostanze stupefacenti e una donna albanese arrestata nell’agosto 2019 per traffico di sostanze stupefacenti.

L’uomo è stato espulso con ordine del Questore ad abbandonare il territorio nazionale, la donna, invece, è stata espulsa ed accompagnata a Roma presso il CPR di Ponte Galeria per l’esecuzione del provvedimento.

  1. Sarebbe ora che gli organi di informazione sottolineino che l’espulsione non significa quasi mai un allontanamento dall’italia e che questi individui vengono rimessi in libertà o al massimaoche ci diano la notizia solo quando vengono inviati ai centri di identificazione ed espulsione (dove è più probabile una vera espulsione)

  2. Purtroppo rimangono e delinquono ancora, la polizia è con le mani legate

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata