Cronaca

Como, molesta un 13enne in centro città. 20enne denunciato per adescamento

Nella giornata di ieri, il personale della Squadra Volanti della Questura ha soccorso un ragazzo tredicenne originario del Bangladesh rifugiatosi in un bar dopo aver chiesto l’intervento delle Forze dell’Ordine, in quanto era stato molestato da un uomo.

Secondo quanto appreso dal personale di Polizia, il ragazzo era stato avvicinato da un uomo a suo dire pakistano, il quale, dopo alcuni discorsi preliminari ed adulatori effettuati al fine di vincere la sua diffidenza, gli aveva rivolto delle esplicite avance, chiedendogli di avere un rapporto sessuale.

Il ragazzo, non ha ceduto alle lusinghe ed intelligentemente ha chiamato il 112. L’operatore di Polizia gli ha indicato di rifugiarsi in un luogo
affollato, in attesa dell’intervento della Volante.

Il giovane ha descritto agli agenti il molestatore in maniera precisa e puntuale, cosa che ha permesso di individuare con facilità S.F., cittadino pakistano di anni 20, senza fissa dimora, regolare sul territorio dello Stato in quanto richiedente asilo, immediatamente deferito all’autorità giudiziaria per il reato di adescamento di minori.

Contestualmente, nei suoi confronti veniva avviato l’iter per l’adozione di provvedimenti urgenti in ordine alla sua permanenza in Italia. Il giovane cittadino del Bangladesh è stato immediatamente condotto a casa dove ha potuto abbracciare i genitori, in ansia per il suo ritardo.

Il tempestivo intervento delle Forze dell’ordine, ma soprattutto la prontezza di spirito del ragazzo, hanno fatto sì che l’episodio non fosse portato ad ulteriori e più gravi conseguenze.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata