Cronaca

Coronavirus – Attività fisiche proibite: palestra aperta, cliente e prostituta. Cinque denunciati

In tutti i casi si trattava di attività fisica. Ma in aperta violazione dei divieti legati al Coronavirus. Così i carabinieri di Cantù e i colleghi di Mariano hanno denunciato “nell’arco della giornata di ieri (10 marzo), 5 persone per inosservanza di provvedimenti dell’autorità”.

“L’adozione dei provvedimenti riguarda due distinti casi”, evidenziano i militari.

Il primo, riguarda una palestra di  Mariano Comense, trovata aperta e con tre persone (il proprietario più altre 2) intente a allenarsi. Sottolineano i carabinieri che è  “al vaglio, da parte delle competenti autorità, anche i profili sanzionatori di natura amministrativa e riguardanti il proprietario della palestra”.

Il secondo episodio a Carugo, in via Garibaldi, dove all’interno di un’auto erano appartati u”n giovane ed una donna dedita all’attività di prostituzione, in procinto di consumare un rapporto sessuale a pagamento”.

Poiché tutti i comportamenti sono stati reputati “contrari a quanto disposto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri in tema di Covid-19” come deetto i cinque sono stati tutti denunciati. Sempre i militari fanno sapere che, nell’ambito dei controlli, sono già state fermate decine di persone per verificare la legittimità dei loro spostamenti.

CORONAVIRUS TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DA COMO, LOMBARDIA E TICINO

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata