Cronaca

Veniano, lite e sangue alla festa: 25enne muore accoltellato. Arrestato 47enne che confessa

Quella di ieri è stata una notte di sangue a Veniano, paesino di circa 3mila abitanti nella bassa comasca. Una notte conclusasi con la morte di Hans Junior Krupe, ragazzo di origine olandese di appena 25 anni, residente nel comune, accoltellato ripetutamente, secondo le prime ipotesi, da un italiano 47enne di Fenegrò.

Il motivo del drammatico gesto sarebbe futile, secondo i Carabinieri del Nucleo Operativo della compagnia di Cantù e della Stazione Carabinieri di Appiano Gentile e Fino Mornasco, che hanno arrestato l’italiano nelle prime ore di questa mattina.

Tra i due sarebbe infatti scoppiato un diverbio degenerato poi in violenza, durante la festa del paese tenutasi in un parco pubblico. Il 47enne avrebbe estratto un coltello a serramanico e avrebbe colpito il 25enne con diversi fendenti – uno dei quali al fianco –  per poi darsi alla fuga.

Krupe è stato trasportato in gravissime condizioni all’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia dove è andato in arresto cardiaco ed è morto un’ora circa dopo la lite.

Nel frattempo i militari dell’Arma hanno rintracciato il sospettato tramite i sistemi di videosorveglianza presenti attorno alla scena del crimine e i testimoni oculari presenti al momento dell’incidente. L’uomo, che si era dato alla fuga dopo il delitto, è stato arrestato nella sua abitazione. Secondo quanto appreso era ancora in possesso del coltello a serramanico usato nell’aggressione e con i vestiti ancora intrisi di sangue.

Dopo l’arresto, il sospettato ha ammesso la propria colpevolezza per poi essere condotto al carcere Bassone di Como ed è in attesa di convalida del fermo. Gli sono contestati i reati di omicidio e porto abusivo di arma bianca.

 

 

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata