Cultura e Spettacolo

Esclusiva – Una Sgarbi a Villa Olmo: blitz a sorpresa per la mostra

Blitz a sorpresa e soprattutto (almeno fino al nostro controblitz) in incongnito, questa mattina, da parte di Elisabetta Sgarbi a Villa Olmo. In incognito, si diceva, ma non proprio in solitaria: ad accompagnarla infatti c’erano l’assessore comunale al Turismo, Simona Rossotti, il presidente della Commissione Cultura, Franco Brenna, il dirigente del settore Maurizio Ghioldi, e il vero “deus ex machina” dello stesso settore, Veronica Vittani.


Elisabetta Sgarbi, presidente della Fondazione Sgarbi Cavallini che cura ed espone la vasta eredità familiare di quadri e sculture, presidente della Baldini&Castoldi nonché sorella del notissimo critico Vittorio, pur con toni molto cortesi non ha voluto rilasciare dichiarazioni sul motivo della visita a Villa Olmo (difficile anche scattare una foto perfetta, non graditissima come si nota dal volto semicoperto tra giacca, occhiali e foulard colorati ndr), così come estremo riserbo è stato mantenuto da Rossotti e Brenna. Ma il tour di un’ora dentro le sale di Villa Olmo è stato con ogni probabilità un primo test per capire le possibilità di organizzarvi una grande mostra, forse basata proprio sulle opere della Collezione Cavallini Sgarbi come proprio qui avevamo anticipato 10 giorni fa.
“Ma qualsiasi cosa accadrà – si è limitato a dire Brenna – sarà per il 2019”. Ancora una lunga attesa, dunque, prima di rivedere l’arte a Villa Olmo, ma di sicuro ora una prima “pista” da seguire per capire quale evento potrebbe prendervi luogo si è fatta un poco più concreta.

  1. Francesco

    La mostra Cavallini Sgarbi è inquesto momento a Ferrara al Castello della città. Facile che si pensi ad una mostra a Como con le stesse opere.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata