Cultura e Spettacolo

La geniale fotografia di Fontana a Como. Con figlio d’arte a sorpresa: premio a De Sfroos Junior

Franco Fontana è a Como con la mostra fotografica “Franco Fontana. Colore e geometria dell’anima”, con la direzione artistica di Giovanni Gastel e la cura di Maria Cristina Brandini.

Maria Cristina Brandini Giovanni Gastel e Franco Fontana. Ph: Carlo Pozzoni

Fontana, fotografo conosciuto e apprezzato nel mondo, per la prima volta espone le sue opere a Como con l’entusiasmo e la gioia di un giovane artista. Franco Fontana infatti lavora con la stessa passione e ricercatezza che l’hanno accompagnato nella sua carriera, ricca di successi e soddisfazioni.

Broletto inaugurazione della mostra fotografica “Il colore e la geometria dell’anima” di Franco Fontana, la premiazione dello studente Luca Bernasconi figlio di Davide Van de Sfroos che con una foto dei corridoi del S.Martino abbandonato ha vinto il primo premio riservato agli studenti delle scuole ph: Carlo Pozzoni

La mostra inaugurata rappresenta per l’artist: “Un sunto del mio percorso artistico con il quale ho cercato e continuo a cercare di rendere visibile l’invisibile diventando quello che fotografo”.

Il neoassessore alla Cultura, Carola Gentilini. Ph: Pozzoni

In esposizione oltre 30 prestigiose fotografie scattate nel suo lungo percorso artistico. Saranno esposti i suoi paesaggi urbani, rurali, industriali, caratterizzati dall’utilizzo di colori forti, vivaci, perfino esagerati. Le geometrie nette sono completate da linee nere marcate che rendono uniche e irripetibili le sue opere d’arte, contraddistinte da eleganza e maestria inconfondibili.

Broletto inaugurazione della mostra fotografica “Il colore e la geometria dell’anima” di Franco Fontana ph: Carlo Pozzoni

Fra le tante fotografie di Fontana, per la mostra a Como sono state scelte le più rappresentative di una vita dedicata alla fotografia e alla ricerca. Verrà pubblicato un catalogo della mostra con le immagini esposte, testi critici e contributi.

Broletto inaugurazione della mostra fotografica “Il colore e la geometria dell’anima” di Franco Fontana, nella foto Giovanni Gastel, Franco Fontana ed Enzo Pifferi ph: Carlo Pozzoni

E siccome arte chiama arte oggi un piccolo evento a sorpresa. Nell’ambito dell’inaugurazione Fontana e Gastel hanno premiato il vincitore di un premio fotografico dedicato alle scuole. Il piccolo futuro talento altri non è che Luca Bernasconi figlio di Davide Van De Sfroos (peraltro gli occhi sono tutti del padre).

Broletto inaugurazione della mostra fotografica “Il colore e la geometria dell’anima” di Franco Fontana ph: Carlo Pozzoni

Timidissimo il ragazzo ha ricevuto il riconoscimento con il padre che, peraltro visibilmente emozionato, ha scelto la retrovia e non ha voluto invadere il momento del figlio.

 

Broletto inaugurazione della mostra fotografica “Il colore e la geometria dell’anima” di Franco Fontana, la premiazione dello studente Luca Bernasconi figlio di Davide Van de Sfroos che con una foto dei corridoi del S.Martino abbandonato ha vinto il primo premio riservato agli studenti delle scuole ph: Carlo Pozzoni

Ecco la foto con cui ha vinto:

Broletto inaugurazione della mostra fotografica “Il colore e la geometria dell’anima” di Franco Fontana, la foto dello studente Luca Bernasconi figlio di Davide Van de Sfroos che ha vinto il primo premio riservato agli studenti delle scuole ph: Carlo Pozzoni

La mostra è organizzata dall’associazione culturale Artigiani di pace in collaborazione con il Comune di Como, CNA del Lario e della Brianza, Studio Bernè, Setificio Paolo Carcano, con il patrocinio della Provincia di Como, A.F.I.P., Comune di Cernobbio.

Bio Franco Fontana

Nasce a Modena il 9 dicembre 1933, comincia a fotografare a livello amatoriale nel 1961. La sua prima mostra personale viene allestita a Modena nel 1968 e segna una svolta sostanziale nella sua ricerca. Ha pubblicato oltre 100 libri in edizioni italiane, giapponesi, francesi, tedesche, svizzere, americane e spagnole. Ha esposto nel mondo in gallerie e musei con oltre 500 partecipazioni tra collettive e personali.

Si trovano sue opere in oltre 50 collezioni museali fra le quali:

International Museum of Photography “G.Eastman House” Rochester

The Museum of Fine Arts of Boston

Ludwig Museum, Colonia

Museum of Modern Art, Norman Oklahoma

National Gallery of Pechino -Cina

The Australian National Gallery, Melbourne

University of Texas, Austin USA

Stedelijk Museum, Amsterdam

Metropolitan Museum, Tokyo

Museé d’Art Moderne, Paris

Museo de Arte San Paolo – Brasile

Kunsthaus Museum – Zurigo – Svizzera

The Photographic Museum – Helsinki – Finlandia

Museum of Fine Arts – San Francisco – USA

Puskin State, Museum of Fine Arts – Mosca.

Victoria & Albert Museum – Londra

Art Gallery di New South Wales – Sydney

Galleria d’Arte Moderna – Torino

Museum of Fine Arts, Houston-Texas – USA

Deutch Bank, Londra

Banca Unicredit, Italia

UBS Unione Banche Svizzere

Museo Nacional de Bellas Artes- Buenos Aires

Muscadelle Museum of Art – Williamsburg, USA

Musée WWestlicht, Vienna

IVAM, Museo Internazionale d’Arte Moderna, Valencia

Musèe de l’Elysèe, Losanna

Maxxi, Roma

Macro, Roma

Riconoscimenti e premi

1974 – Colonia, Photokina di Colonia -Kodak Photobucpreis – Baden Wurttemberg

1983 – Stoccarda, Prix 1983 – Farbfoto Kalender

1984 – Modena, XXVIII Ragno d’Oro – Unesco Premio per l’Arte

1989 – Roma, Premio della Cultura – Presidenza del Consiglio dei Ministri.

1990 – Tokyo, Photographic Society of Japan – The 150 Years of Photography Photographer Award

1991 – Gorizia, Premio Friuli Venezia Giulia

1992 – Venezia, Premio fotogra?co Città di Venezia

  1. Max

    Buongiorno,
    la didascalia sotto la prima foto sembrerebbe errata.

Rispondi a Max Annulla risposta

la tua mail non sarà pubblicata