Cultura e Spettacolo

Bacche e frutti: delizia Orticolario, si parte. E fioriscono anche le vie Giulini, Giovio e Natta

Clessidra girata per l’undicesima edizione di Orticolario, dedicata a “Bacche e piccoli frutti” e al tema del “Viaggio”. L’evento culturale e artistico per chi vive la natura come stile di vita è pronto a sorprendere ancora, dal 4 al 6 ottobre (con anteprima su invito e per scolaresche il 3) nel parco storico di Villa Erba, sul Lago di Como.

Moritz Mantero, presidente della manifestazione spiega: “L’undicesima edizione è il giro di boa verso il secondo decennio dalla fondazione. Una vera sfida per un evento come il nostro, dal doppio valore culturale e sociale. Siamo pronti a iniziare un altro viaggio, a meravigliare e a essere ispirazione, sempre nel segno della bellezza della natura, nostra prima musa ispiratrice”.

Un’edizione speciale proprio come l’avrebbe voluta Emilio Trabella cui è dedicata; tra i fondatori di Orticolario, paesaggista molto amato, “l’uomo che sussurra alle piante” per definirlo con le parole di Renzo Piano. Proprio lui che aveva suggerito, prima di mancare, l’ospite d’onore: lo svizzero Paolo Bürgi, architetto paesaggista classe 1947 tra i più apprezzati a livello internazionale, insignito nel 2003 del prestigioso “European Landscape Award Rosa Barba” per il progetto “Cardada, Reconsidering a mountain”.

Con 30mila visitatori attesi e 294 espositori coinvolti, è pronta ad aprire i battenti l’edizione intitolata “Fantasmagoria” che strizza l’occhio a esploratori e cacciatori di piante del passato, stupiti e incuriositi nel farsi passare tra le mani un seme o una pianta mai visti nel Vecchio Continente. Ci sarà perfino un’Isola del Tesoro.

 

Oggi più di allora viaggiano le persone, le merci e anche le piante, quelle arrivate fino a noi da Paesi lontani che hanno trasformato giardini e paesaggi e che permettono tuttora il miglioramento della vita umana attraverso la scienza, di cui la natura è guida. Inizia così il viaggio: intorno al mondo, in giardino.

Il programma completo è disponibile su Orticolario.it.

Orticolario “invade” Como

Come annunciato, dopo il successo delle vetrine “rosa” per il Giro d’Italia, la seconda edizione del Bando Multimisura del Comune di Como ha coinvolto non solo Miniartextil ma anche Orticolario. Alla misura sperimentale di Shopincomo hanno aderito tre vie: Giulini, Giovio e Natta. Sono stati messi a bando 10mila euro a fondo perduto da dividersi tra i tre richiedenti. Sono in tutto 18 negozi che hanno addobbato le vetrine con il progetto liberamente presentato e ispirato al tema della rassegna.

 

Ad ogni cliente saranno distribuiti sconti esclusivi per poter acquistare online il biglietto e visitare Orticolario. Una cartina distribuita ai clienti dei negozi indicherà le vetrine addobbate e il programma della manifestazione a Villa Erba, sulla stessa sarà applicato un codice sconto del valore di 4 euro per acquistare online il biglietto d’ingresso alla rassegna. Il percorso delle tre vie condurrà il viaggiatore fino al lago, dove potrà salire a bordo del battello gratuito e sbarcare sulla riva di Cernobbio.

I temi sviluppati:

VIA GIULINI – RITORNO AL FUTURO – A due passi dall’autosilo comunale, in via Giulini ogni attività espone all’ingresso due piante ornamentali di bacche o piccoli frutti. Ogni vetrina è poi caratterizzata da un gadget anni ’80 tratto dal film “Ritorno al Futuro”. I ragazzi potranno ammirare elementi che hanno fatto la storia del film, dalle locandine alla mitica Delorean, l’almanacco protagonista della serie, una chitarra elettrica di richiamo alla trama. Giovedì 10 ottobre alle ore 21.00 l’Officina della musica dedicherà una serata musicale jazz&arts all’accostamento tra musica e composizioni floreali.
LE VETRINE: Electronic Center, Notasunota, Registri Buffetti, Il libraccio, Elisa Toaiari parrucchiera

VIA GIOVIO – IN VIAGGIO SULL’ACQUA – Anche in via Giovio ogni vetrina accoglie i clienti all’ingresso del negozio con piante ornamentali di bacche o piccoli frutti di 7 specie diverse lungo un viaggio di scoperta. Nelle vetrine, per ricordare il tema del viaggio, sono esposte delle piccole lucie (la barca simbolo del lago di Como) accompagnate da altre piccole piante. Oltre alle piccole imbarcazioni, stampe e dipinti ricorderanno i luoghi comaschi meta di grandi viaggiatori della storia. I passanti potranno ammirarli in un viaggio attraverso il tempo e i luoghi che hanno fatto la storia di Como.
LE VETRINE: La piadineria Innominato, Il caffè del viaggiatore, Idexe abbigliamento bambino, DeComm, L’isola che non c’è

VIA NATTA – IN VIAGGIO NELLA STORIA – Anche in via Natta ogni vetrina esporrà all’ingresso due piante ornamentali di bacche o piccoli frutti: mandarino, mela nana, melograno, piracanta, peperoncino e agrifoglio. All’interno delle vetrine viene proposto un viaggio attraverso l’arte attraverso pergamene su cui leggere aforismi di viaggi storici che avevano Como tra le mete. I brani sono tratti dai Promessi Sposi (parte dell’addio ai monti, del viaggio di Renzo verso lo studio di Azzeccagarbugli), del racconto di Plinio il giovane che assiste alla distruzione Pompei, infine da segmenti tratti dal Codice Atlantico che Leonardo scrisse visitando la provincia di Como.
LE VETRINE: Instant coffee, Shocking abbigliamento, Luigi Cavadini, Tigella bella, Natta bistrot, galleria ramo, lavasecco la primula, Galleria gioielli nel tempo

 

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata