Economia

Il dragone sul lago: Dongo, l’ex Falck è cinese. Fermi e Robba: “Finalmente la svolta”

“Finalmente, dopo anni di incertezze, si è arrivati a un finale positivo e l’attività industriale dell’ex Falck potrà proseguire e crescere. Un passo importante e da tempo atteso per Dongo che sancisce la ripresa economica per un intero territorio”.

Così si è espresso oggi il presidente del consiglio regionale della Lombardia sul futuro orientale per lo storico comparto industriale dell’Altolago. Alessandro Fermi ha incontrato i nuovi investitori cinesi che proprio in questi giorni hanno formalizzato l’acquisizione della società che si occupa della produzione di fusioni in alluminio.

“Auguro ai nuovi investitori buon lavoro: l’auspicio è che, dopo un periodo di crisi fortemente negativo, possano riportare in alto i livelli di quest’azienda con un passato trainante per il territorio e che oggi, proprio per la sua produzione, può essere vincente sul mercato – ha aggiunto Fermi – Tutto ciò senza dimenticare la vocazione turistica dell’alto lago che verrà come promesso dai nuovi acquirenti mantenuta e rispettata”.

Anche il sindaco di Dongo, Mauro Robba, ha partecipato alla visita.

“Siamo soddisfatti che finalmente questa lunga vicenda si sia risolta e ci auguriamo per i dipendenti e per tutto il paese che l’attività riprenda e possa continuare con successo – ha sottolineato Robba – Parliamo infatti di una realtà economica importante per tutto l’alto lago che dopo un periodo buio trova finalmente l’occasione di risollevarsi. Nel piano industriale presentato è previsto anche un impegno a non impattare negativamente sull’ambiente limitrofo, preservando la vocazione turistica di questa zona del nostra lago e di Dongo in particolare”.

Gli investitori cinesi avevano già mesi fa riposto la loro attenzione sulla società “Isotta Fraschini” che, insieme ad altre, faceva parte del gruppo Casti, ultima proprietà dell’ex Falck. Gli stessi asiatici già controllano anche una società austriaca. Il direttore responsabile, Renato Begnis, ha voluto ringraziare l’Amministrazione comunale di Dongo per il sostegno offerto durante tutto il periodo delle trattative.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata