Economia

Ridewill, la piccola (grande) Amazon su due ruote nel cuore di Casnate

Nella settimana che festeggia i trent’anni del World Wide Web sono tante le riflessioni, una su tutte quanto questa terra virtuale abbia cambiato le nostre vite.  E lo ha fatto, soprattutto, nel commercio.
Acquisti h24, prezzi concorrenziali e la comodità di ricevere la merce a casa sono i fattori che maggiormente hanno inciso in questo cambiamento.

Anche Como ha abbracciato lo shopping online. In città sono presenti diversi Amazon Locker ovvero punti di ritiro self-service dove ricevere gli acquisti effettuati sul sito dell’azienda statunitense.
In via Turati, poi, è possibile imbattersi in un Pick&Pay di ePrice, realtà e-commerce italiana specializzata in prodotti e servizi high-tech, elettrodomestici e prodotti per la casa. I Pick&Pay sono punti di consegna e ritiro dei prodotti ordinati sul sito dell’azienda, attualmente ne esistono circa 130 sparsi in tutto il Paese.

A metà strada tra i grandi colossi online e i negozi con cui siamo cresciuti si collocano le aziende e-commerce di media grandezza. Ridewill, una realtà tutta comasca.

“Il cambiamento va abbracciato e non contrastato: aprirsi al web è l’unica strada per sopravvivere alla crisi del commercio”. La voce di Lorenzo Aliverti, 39enne titolare di Ridewill, azienda e-commerce di Casnate con Bernate specializzata nel mondo a due ruote di biciclette, moto ed e-bike, suona ferma e risoluta.

“Ho aperto l’azienda nel 2013 – racconta – Sono partito con 4 dipendenti e oggi ne ho 12. Ho clienti locali e internazionali, vendo in tutto il mondo. Ma bisogna sfatare il mito che l’e-commerce sia foriero di facili guadagni”.

Non è tutto oro quello che luccica
“Sono tanti i costi nascosti – prosegue Aliverti – marketing, aggiornamento e sviluppo di software, solo per citarne alcuni. Bisogna offrire prezzi vantaggiosi ai clienti, una continua guerra con margini di guadagno spesso spinti all’osso per poter essere competitivi”.

A questo si aggiunge una diversa modalità di effettuare gli acquisti che si è sviluppata nel tempo. “Molti acquisti – continua – vengono fatti privi di corrette informazioni, mossi soltanto dal desiderio di risparmiare”.

E proprio per sopperire a questa mancanza, Ridewill ha sviluppato la sua idea di e-commerce.
Una presenza online attiva
“Il primo passo per fare la differenza – racconta – è stata la scelta dei prodotti. La moto è un lusso e si rivolge a un mondo di appassionati che cerca competenza e qualità. E-bike e bici, invece, coinvolgono la sempre più crescente cultura green”.

Scelta di un settore promettente ma non solo, lo scopo dell’azienda è coniugare i vantaggi dell’acquisto online con l’esperienza offerta dal negoziante old style.
“I miei dipendenti – spiega Aliverti – sono ex atleti o tecnici specializzati, capaci di offrire gratuitamente assistenza e consulenza ai clienti. Facciamo la differenza perché dietro alle tastiere non ci sono venditori anonimi e inesperti ma personale preparato capace di guidare all’acquisto”.

I dipendenti Ridewill hanno un’età compresa tra i 20 e i 35 anni, un’azienda giovane che guarda al futuro.“ È difficile stabilire con esattezza come si evolverà il commercio – conclude Aliverti – credo che i grandi colossi online acquisteranno sempre più potere e sono positivo anche per le realtà come la nostra. I negozi, invece, potrebbero specializzarsi in prodotti non reperibili online o come consulenti post-vendita”.

L’articolo che avete appena letto è stato pubblicato su ComoZero settimanale, in distribuzione ogni venerdì e sabato in tutta la città: qui la mappa dei totem.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata