Politica

Addio al veleno di Lingeri, la replica di Guerra: “Prendo atto, mi spiace. Ma ho idee diverse”

La notizia delle velenosissime dimissioni dal ruolo di assessore di Claudia Lingeri, fino a ieri esponente della giunta di Tremezzina guidata dal sindaco Pd Mauro Guerra, ha avuto un’eco grande sul lago e non soltanto (qui la lettera integrale). Oggi, lasciate sedimentare le accuse lanciate dall’ormai ex assessore, lo stesso primo cittadino replica ma con un tono molto lontano da quello affilatissimo di Lingeri.

“Ho preso atto delle dimissioni di Claudia Lingeri. Mi spiace – dice Guerra – Abbiamo provato, per unire il più possibile le forze almeno nella fase iniziale della fusione, a far funzionare una gestione condivisa, anche se consapevoli delle differenze di opinione e posizione su alcune cose. Ringrazio comunque Claudia per il lavoro di questi anni”.

Si potrebbe definire quasi signorile, il tono scelto dal sindaco.

“Naturalmente e nonostante difficoltà che pure vi sono state e vi sono, ho un giudizio ben diverso dal suo sull’operato di questa amministrazione – sottolinea comunque il sindaco replicando alle accuse di inerzia e lontananza dai cittadini di Lingeri  – La nuova Tremezzina che riconsegneremo alla fine del mandato è cresciuta e migliorata, in quantità e qualità di investimenti e di servizi e nel suo ruolo per affrontare e risolvere i problemi e concretizzare le speranze di tutto il territorio del lago. Abbiamo ancora tanti progetti da concludere e da avviare. Continuiamo a lavorare nell’interesse delle nostre comunità”.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata