Politica

Agosto: è guerra del pesce. Furia Orsenigo: “Lavarello a rischio, noi estromessi dai tavoli”

Ogni stagione ha la sua battaglia, ogni battaglia è sacrosanta da qualsiasi parte del campo si stia. Così, in un afoso giovedì d’agosto, parte la polemica del lavarello e della bondella.

I pesci animano le tavole dei commensali e agitano le acque della politica.

Se è vero, come è oggettivamente vero, che le due specie sono a rischio è altrettanto vero che a Palazzo Lombardia il tema è ben noto.

Così oggi è stato organizzato un tavolo tecnico per affrontare il problema. Bene, no? Sì ma non per i Dem che si sono visti estromessi, come denuncia il consigliere regionale, Angelo Orsenigo:

“Il lavarello e la bondella sono tra i simboli del Lago di Como ed è necessario mettere in campo qualsiasi strategia per scongiurarne la scomparsa, ma a quanto pare è un problema che riguarda soltanto la maggioranza. Purtroppo sembra che a Como ci siano solo due forze politiche rappresentate in Consiglio regionale: la Lega e Forza Italia, dal momento che al tavolo tecnico che si è tenuto questa mattina sono stati invitati soltanto il sottosegretario Fabrizio Turba e il presidente Alessandro Fermi”.

Lo dice il consigliere regionale del PD Angelo Orsenigo in merito al tavolo tecnico relativo alle problematiche del lavarello nel lago di Como che si è tenuto questa mattina all’ufficio territoriale regionale con l’assessore all’Agricoltura Fabio Rolfi.

“Su temi di tale portata è necessario fare squadra ed è importante la partecipazione di tutti i rappresentanti territoriali, cosa che purtroppo oggi non si è verificata. Auspico che in futuro ci sia un maggiore coinvolgimento che potrà solo favorire il nostro territorio” conclude Orsenigo.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata