Politica

Alberto Il Bello, l’anti-Bulgheroni: “Caro sindaco, Casnate non è un mezzo per altri fini”

La crisi politica del Comune di Como (qui) provoca onde d’urto, inevitabilmente. I partiti non sono strutture fisse. Anzi: vivono di geometrie, geografie (agiografie?): iperlocali, locali, provinciali, regionali, eccetera.

Così i riverberi delle fatiche di Palazzo Cernezzi (il disastro in corso appunto) vanno a frangersi, schiantarsi invero, un po’ ovunque. Ne è testimonianza – durissima e diretta – l’intervista che solo poche ore fa ha rilasciato su queste pagine il commissario provinciale di Forza Italia, Mauro Caprani (qui).

Succede dunque che le parole di un sindaco (Fabio Bulgheroni, Casnate con Bernate, uomo avvezzo alle scacchiere politiche) abbiano qualche conseguenza.

Bulgheroni, con un intervento inviato a ComoZero, a proposito dell’ipotizzato ingresso (ormai sostanzialmente accantonato) di Maria Grazia Sassi nella giunta Landriscina, ha scritto: “Landriscina, no a Sassi perché…”.

Missiva che ha scatenato qualche (!) malumore in zona Casnate. Ci scrive il consigliere Alberto Magistro, eletto nel 2015 per la lista Camminiamo Insieme per Casnate Con Bernate, ispirazione: centrosinistra.

Buonasera Davide,

In seguito all’intervento del sindaco Fabio Bulgheroni mi sono sentito in dovere di intervenire.  Ammetto che l’ingresso a Villa Saporiti (l’elezione di Fiorenzo Bongiasca a Presidente provinciale ha permesso, classico domino, a Alberto Magistro di sedere nello stessso Consiglio, Ndr) mi ha trasmetto ancor più entusiasmo e voglia di fare buona Politica, quella con la P maiuscola.

Cari concittadini,

Premetto col dire che sono stati mesi particolari quelli appena trascorsi, nel mese scorso abbiamo visto le dimissioni di tutta la giunta (chi per motivi personali, altri per motivi politici), personalmente ho deciso di rifiutare l’incarico di assessore, propostomi dal Sindaco, per senso di responsabilità e coerenza nei confronti dei 931 elettori che nel 2015 ci hanno votato e sostenuto.

Ieri ho letto la lettera, pubblicata da ComoZero, scritta dal nostro sindaco indirizzata al primo cittadino di Como Mario Landriscina (qui) e apprendo tristemente che Bulgheroni ha inserito Maria Grazia Sassi “Solo e esclusivamente per saldare un “debito politico” con quella corrente”.

Avendo a cuore Casnate Con Bernate e i miei concittadini, mi sento in dovere di intervenire dato che chi ci è andata di mezzo è stata la collettività. Casnate Con Bernate non deve essere un mezzo per ottenere secondi fini, bensì ha il diritto di avere persone politiche che apportino un valore aggiunto di tipo politico, amministrativo, etico, sociale e morale alla collettività.

Per me la politica rappresenta la più elevata espressione di volontariato, in quanto le decisioni prese, condizionano la vita di tante persone.

Il mio desiderio più grande è poter affermare che esiste ancora la possibilità di ripartire, di rinnovare, di cambiare. Questo è il dovere che mi deriva non solo dal fatto di avere un futuro ma anche e soprattutto dall’essere amministratore.

Bisogna essere consapevoli che è possibile ricostruire con una politica fatta di gesti semplici e di buon senso, fatta di rispetto ma anche di decisioni convinte, fatta di futuro per tutti e non solo per pochi privilegiati.

Diamo speranza al nostro futuro

  1. Gioele

    Fa piacere sapere che esistono giovani che hanno questa visione della politica. Speriamo che si affermino per il bene di tutti.

  2. Lella Sassella

    Il massimo della stima a questo giovane UOMO , l anti di tanti B…buffoni

  3. Fabio Bulgheroni

    Caro pluri consigliere Alberto,
    lodevole iniziativa che tuttavia appare prematura in previsione delle elezioni del 2020.
    Forse dimentica che nemmeno lei è esente da logiche partitiche (nel suo caso il PD) e che le hanno consentito di sedere se pur per poco in consiglio provinciale.
    Mi consenta : dopo Luigi il grosso, Federico Barbarossa e
    Pipino il breve e modestamente io stesso fui paragonato dalla stampa Guglielmo I , un Alberto il bello principe del regno di Casnate con Bernate ci può anche stare. . importante è vincere. . il che come Lei sa non è impresa facile.

    • Alberto Magistro

      Come lei ben sa, egregio Sindaco, quella logica di partito cui fa riferimento Lei, e che mi ha portato a fare il consigliere provinciale, non è paragonabile allo SCAMBIO (DEBITO) che lei ha fatto ai danni della cittadinanza scegliendo uno o più assessori che nulla avevano a che fare con l’interesse della nostra comunità, per la quale io, anche in questa nuova funzione, intendo spendermi.

  4. hakluyt

    Tutto mi sarei aspettato, tranne che leggere un intervento del genere di Bulgheroni sotto a questa notizia.
    Senza parole (io) e senza vergogna (l’altro)…

  5. Lella Sassella

    Basita … Mi chiedo come possa il primo cittadino di Casnate rispondere e commentare l articolo o meglio l appello lanciato dal Consigliere Alberto Magistro utilizzando cuore e cervello …in modo cosi puerile …senza parole

  6. Gioele

    Sono molto sorpreso che una persona intelligente, come il Sindaco di Casnate, abbia risposto alla lettera del Consigliere di opposizione in questi termini.
    Quando si dice “lodevole iniziativa che appare prematura per le elezioni del 2020”, si continua ad affermare il proprio modo di vedere la politica che si concretizza nell’inserimento in giunta di un Assessore “solo ed esclusivamente per saldare un debito politico con quella corrente”. Se poi, come si desume dalla lettera, l’Assessore non ha completa fiducia, ci si chiede perché, invece di aspettare le dimissioni, il Sindaco non l’abbia sfiduciato prima. Mi auguro che non si sia fatto per evitare che la “corrente politica” chiedesse di onorare il debito in altro modo.
    Suggerirei al Sindaco, nel prossimo Consiglio Comunale, di specificare che debito politico la “cittadinanza di Casnate” ha contratto con questa “corrente politica”. Il padrone del Comune è la cittadinanza di Casnate e gli Amministratori dovrebbero informarla se ha debiti con qualcuno.

  7. Casnate first

    La sig.re Sassi a Casnate tra l’altro non è venuta gratis. Quindi per ripagare un debito suo, mr. B ha pensato bene di utilizzare risorse pubbliche.

  8. Leoluca

    a parer mio Bulgheroni ha espresso con franchezza e onesta’ la necessita di essere coerenti sino in fondo senza spendere pretestuosamente buoni propositi e senza ergersi con l’idea a torto di essere indenni dalle inevitabili assegnazioni e favoritismi che hanno da sempre caratterizzato la politica. Alla fine di tutto non si puo’ accettare una predica contestualizzata e pretestuosa per avvantaggiarsene senza fare i conti con obiettività con la propria realta’ .. a meno che si intenda perseguire quell’ipocrisia tanto cara e conclamata e tipica dell’ex premier Renzi che ha portato null’altro se non allo sfacelo del PD

  9. Francesco camporini

    Tutti bravi a parlare come da veri politici, ma i fatti si vedono da tutti gli schieramenti, questi articoli sono solo per farsi pubblicità per-elezioni, mi fate pena.

    • Alberto Magistro

      Buongiorno sig. Francesco Camporini, non mi ritengo un politico vero, bensì un amministratore che ha a cuore gli interessi della propria comunità. La informo che le elezioni sono nel 2020 e personalmente, per motivi lavorativi, non ho ancora deciso se candidarmi o meno. Se avessi iniziato la campagna elettorale avrei un po’ bruciato le tappe, purtroppo o per fortuna nella politica ci sono dei tempi, e questo non è ancora il tempo della campagna elettorali.
      Saluti

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata