Politica

Amelia Locatelli: “Sì, mi sono dimessa”. Pettignano dice no e va via furioso

Fumata nera a metà dall’incontro tra il sindaco Mario Landriscina e i due assessori “dimessi” dal coordinatore provinciale di Forza Italia Mauro Caprani, d’intesa con il gruppo consiliare azzurro (fatta eccezione per un più che perplesso capogruppo, Tony Tufano).

Dopo l’incontro del pomeriggio, iniziato attorno alle 15.30 inizialmente con i soli Landriscina e Pettignano faccia a facciam e completato attorno alle 16 dall’arrivo di Amelia Locatelli, l’input tassativo di Caprani si è tradotto in realtà solo al 50%.

Il primo a lasciare l’incontro visibilmente arrabbiato è stato Pettignano alle 16.30 spaccate. Impossibile fermarlo per più di pochi secondi: passo veloce e irruento, l’assessore ha imboccato lo scalone d’uscita da Palazzo Cernezzi e ha sibilato soltanto una frase (per quanto molto significativa): “No, non mi sono dimesso”. Fine delle comunicazioni. Evidente, dunque, la concretizzazione dei rumors della vigilia, che già indicavano nell’assessore al Patrimonio un ostacolo rispetto agli ordini dall’alto di Forza Italia.

Differente il caso di Amelia Locatelli, uscita dall’ufficio del sindaco alle 17.15 già come ex assessore.

“Ho fatto protocollare le mie dimissioni – conferma subito dopo – Le strategie politiche non dipendono da me e mi pare giusto seguire le indicazioni del partito. Dispiacere? Sì, ammetto che un po’, arrivati a questo punto, c’è. Come assessorato avevamo tanti temi aperti, anche importanti come l’appalto mense che è stato ben avviato ma naturalmente necessità di controlli, sorveglianza, presenza. E poi altre questioni che stavo gestendo con un gruppo di persone che si era ben affiatato, lavorava benissimo assieme, quasi con amicizia direi”.

Alcuni rumors, però, danno come possibile un suo “ripescaggio” una volta che un riassetto generale della giunta sarà operato per mano del sindaco. “Non lo so, so che qualche volta questo tema è emerso ma non dipende da me. La mia disponibilità? Ci sarebbe anche, però molto dipenderà anche dai tempi in cui si svilupperà la situazione generale. Vedremo”.

 

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata