Politica

Botte al mendicante in piazza Volta. Baggi: “Clima d’odio legittimato da Salvini”

L’episodio ha trovato ampio risalto nelle cronache delle ultime ore e risale a lunedì sera. Secondo quanto riporta una nota della Questura il 20 agosto un comasco di 45 anni è stato denunciato (lesioni e minacce) per aver preso a pugni – sul volto – un questuante albanese particolarmente insistente nel chiedere l’elemosina.

Fabrizio Baggi, primo a sinistra

Secondo quanto ricostruito dagli agenti il 45enne aveva minacciato anche due camerieri del locale intervenuti per placare la tensione, tutto si è svolto davanti al locale Vesper, in piazza Volta. In seguito ai controlli di rito è emerso come l’uomo custodisse in casa 3 pistole, sequestrate a scopo preventivo.

“Il clima d’odio voluto dal Governo e dal ministro Salvini ha colpito anche #Como”, attacca con una nota ufficiale Fabrizio Baggi, membro della segreteria provinciale e regionale di Rifondazione Comunista.

“Mi chiedo ora se le autorità cittadine solitamente tanto attente nel rimuovere le panchine dove sostano i migranti spenderanno almeno una parola di solidarietà verso la persona che ha pagato a pugni in faccia l’ira razzista di un membro onorario della peggiore parte della nostra città”.

 

 

  1. Ilgenio

    Tutti sempre a dire poverini.
    Provate ad avere un locale in piazza volta con tutti gli zingari che mentre chiedono l elemosina si scaccolano il naso e toccano le persone…
    Non condivido la reazione della persona, ma noi paghiamo le tasse, paghiamo i dipendenti , siamo aperti 7 giorni su 7 dalla mattina alla sera,per offrire un servizio ad una città che nelle intenzioni vorrebbe fare turismo, e quando cerchiamo di allontanarli ci rispondono che loro fanno quello che vogliono.
    Non è una questione politica ne di razzismo, educazione e rispetto per il prossimo la definirei….

  2. l’armando

    Rifondazione Comunista eh ?
    Ma, sono di ispirazione stalinista – leninista, sono coloro che hanno benedetto lo sterminio degli Zar o il trasferimento in Siberia dei cittadini che non erano in sintonia con il pensiero marxista leninista stalinista?
    Forse qualche amico mi può dare conforto sul quesito…

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata