Politica

Butti: “Stadio Sinigaglia, ecco come stanno le cose. E Traglio se ne faccia una ragione”

Ieri sera, il consigliere comunale di Svolta Civica, Maurizio Traglio, in un lungo e accalorato discorso ha chiesto con vigore trasparenza e spiegazioni sul futuro dello stadio Sinigaglia e della Ticosa.

Mitraglia Traglio: “Ticosa e stadio, nessuna trasparenza. Con chi parlate? Quali progetti?”

Già in parte subito dopo lo stesso Traglio, ma soprattutto oggi – rimanando il secondo tema alla prossima settimana – l’assessore all’Urbanistica di Palazzo Cernezzi, Marco Butti, ha replicato con un lungo intervento sui Facebook, ribadendo che “l’Amministrazione Comunale si sta muovendo con la massima trasparenza e con le idee ben chiare”.

“In questi mesi oltre alla società Calcio Como sono stati incontrate anche alcune società e cordate che hanno manifestato interesse per un eventuale intervento di riqualificazione senza però depositare alcun documento e progetto ufficiale – ha spiegato Butti – A tutti i soggetti potenzialmente interessati abbiamo sottolineato le particolarità del quartiere razionalista a lago, rimarcando il valore architettonico, storico, sportivo, ambientale e paesaggistico, evidenziando che ogni proposta concreta, per essere attentamente valutata, dovrà essere pensata per il bene della città, dei residenti, delle altre aree sportive presenti, senza alcuna speculazione edilizia”.

 

“Il consigliere Traglio potrà cosi farsene una ragione – aggiunge l’assessore – nessuno vuole svendere o regalare un’area così pregiata e tutte queste considerazioni sono state evidenziate durante tutti gli incontri. Al consigliere Traglio, vista la sua arringa, ho anche precisato che stiamo analizzando alcuni casi in via di sviluppo in questi mesi: dalla vicina Milano, a Pisa, passando per Verona, che assieme ad altre città sono interessate da un percorso di riqualificazione degli impianti, inserito nell’ambito della legge sugli stadi”.

Sull’accusa più dura del consigleire di Svolta Civica, Butti ha replicato che “essere accusati di scarsa trasparenza è un’accusa che rispedisco al mittente. A tale riguardo ci tengo a sottolineare che il percorso sarà orientato alla massima trasparenza e partecipazione, non appena avremo elementi certi e documenti protocollati: allo stesso tempo non ricordo che nel 2014/2015, dinanzi a presunti interessi di società tedesche, con un’Amministrazione di altro colore, si siano attivati percorsi di dibattito con il coinvolgimento del Consiglio Comunale e delle città, senza che fosse stato depositato alcun documento ufficiale”.

  1. mssmm

    ne faremo una ragione;

    a lungo termine saremo tutti morti;

    e con il calo demografico irreversibile, l’estinzione 😐

  2. Ezio Baldi

    Fa tristezza leggere che il “dibattito” politico è basato sul ribattere becero a macchinetta…
    Della serie: sei opaco. No sono trasparente; non hai fatto. Ma va che dici, ho fatto!
    E così via. Senza mai entrare nel contenuto ma buttandola sempre in caciara a chi strilla più forte.
    Da vomito. A casa tutti

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata