Politica

Caccia alla Balena Bianca. Turba, novello Achab, lancia l’arpione: “Caro Bongiasca, non finirà a tarallucci e vino”

C’è tensione. Parecchia. Un sospetto serpeggiante che sta facendo analizzare ogni singolo voto, ogni percentuale con attenzione febbricitante. Si cerca di dedurre, calcolare e, infine, capire per rispondere a un’unica domanda: chi ha tradito?

Como Fiorenzo Bongiasca presidente Amministrazione Provinciale

La vittoria di Fiorenzo Bongiasca alle provinciali mette il centrodestra comasco sull’orlo di una faida familiare: Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia. E, decisamente, sono gli equilibri fra gli ultimi due partiti gli osservati speciali.

Alessandro Fermi parla, prudenza smaccatamente tattica, di “qualche voto autonomo“, Mauro Caprani prende tempo, intanto però l’anima forzista dell’olgiatese, Daniela Cammarata, ieri ha inviato a questa redazione una lettera che è più un colpo di obice che una pacifica riflessione sul risultato: “Forza Italia tradisce elettori e amministratori”.

Como Fiorenzo Bongiasca presidente Amministrazione Provinciale

Sopra tutto questo il grande abbraccio della vecchia volpe democristiana, Fiorenzo Bongiasca che, è del tutto ovvio, se la gode e se la ride: Genio d’un democristiano: Fiorenzo apre a tutti e lancia già il “Movimento Bongiasca”.

E la Lega? Che fa il partito forte? Che dice?

Bongiasca non pensi che finisca a tarallucci e vino“, attacca il sottosegretario regionale, Fabrizio Turba. Quasi un’intuizione, una premonizione.

Abbiamo sentito il potentissimo esponente padano prima di scrivere del Movimento Bongiasca. L’ombra della Balena Bianca (storico epiteto con cui si riconosceva la vecchia Democrazia Cristiana) si stende su Villa Saporiti, dove serpeggia quel desiderio di scudocrociatismo tanto caro al neopresidente. Così il sottosegretario, novello Achab, sale sulla Pequod e si mette in caccia. Arpione – politico – alla mano.

Niente Grosse Koalition, niente intese, niente occhietti strizzati. Niente: “Bongiasca per quattro anni ha sostenuto Livio, hanno spinto prevalentemente gli investimenti nei Comuni di centrosinistra. Non è che da domani verrà in Regione a chieder soldi perché va bene fare i democristiani ma fino a un certo punto. Io sono un amministratore pubblico e tratto tutti allo stesso modo ma non pretenda aiuti particolari”.
E ancora, feroce e inferocito: “Non finirà in un non vogliamoci tutti bene. Hanno manovrato per piazzare Bulgheroni alla presidenza di Como Acqua prima delle elezioni, stessa cosa con le nomine in Fondazione Cariplo, tutto molto scorretto”.

Quindi anche per Turba la stessa domanda che poniamo a tutti: qualcuno ha tradito? “Non lo so”.

Eppure pare esserci un problema nel centrodestra
La Lega problemi non ne ha

Forse gli altri, Forza Italia?
Beh, hanno consiglieri che si dividono e si spostano nei consigli di Como e Cantù. Chi mi dice garantisce che tutti quelli di centrodestra nei due Comuni abbiano votato Mascetti?

Antonella Patera a Como ha lasciato gli azzurri
A Cantù ne hanno persi due che non si riconoscono nelle linee del partito. La Sardone in Regione ha lasciato ed è andata nel Misto. La compattezza generale in Forza Italia non c’è

Serve una revisione dei rapporti tra alleati?
No, bisogna serrare i ranghi e andare avanti

Chiedo ancora, chi ha tradito?
Dovremo verificare ogni singolo voto ma ci sono anche le Civiche in appoggio ai sindaci i cui voti sono poco attribuibili. Mi spiego, lo stesso Mascetti è un civico vicino a Forza Italia ma non è iscritto

Scontate le debolezze altrui?
L’alleanza tiene, con tutti i problemi ma tiene

 

  1. Andrea

    “hanno spinto prevalentemente gli investimenti nei Comuni di centrosinistra.”…
    E così scopriamo che a Pusiano, dove in questi anni la variante ha praticamente monopolizzato le risorse per investimenti della Provincia, governano i comunisti, guidati dal noto marxista Andrea Maspero…

  2. Ambrogio Rossi

    1000 volte meglio un compromesso con la sinistra Comasca, che un contratto di governo con Giggino di Maio…..

  3. Gioele

    Francamente dopo il silenzio con l’alleato di Governo sulla Tremezzina e le promesse mancate del Governatore della Regione sulla Pedemontana, non credo che, boicottando il nostro Presidente della Provincia, l’impegno della Lega sul nostro territorio migliori.
    I soldi servono per altro…9 miliardi stanziati per il “reddito di cittadinanza” promosso dal Governo valgono sicuramente le nostre ‘”opere minori”. Ci sta. Ce ne faremo una ragione.
    Come sempre qui da noi i “tur-baluba” di turno prendono solo i voti! Ma si sa…l’unico problema sono i “negher”…

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata