Politica

Como e la beffa Tilo che premia Varese: Erba (M5S) punta sulla Regione (e “salva” Toninelli)

Sulla beffa ormai in arrivo al binario Como, ovvero la cancellazione del treno diretto dal capoluogo a Malpensa, interviene il consigliere regionale del Movimento Cinque Stelle, Raffaele Erba. Il quale, dopo che la notizia era stata rivelata dalla parlamentare del Pd Chiara Braga, annuncia un’interrogazione ma sposta anche il tiro dal “suo” ministro, Danilo Toninelli (bersaglio di Braga), alla Regione Lombardia.

“E’ importantissimo mantenere il servizio di trasporto pubblico tra la città di Como e l’aeroporto di Malpensa per non penalizzare i cittadini comaschi – afferma Erba – A seguito dell’interrogazione di Chiara Braga abbiamo analizzato la richiesta indirizzata al ministro Toninelli. Ci stupisce che l’istanza sia stata portata al tavolo del Ministero perché la pertinenza corretta sarebbe Regione Lombardia”.

Com’è ormai noto, a partire dal 9 giugno la società italo-svizzera TILO (partecipata al 50% dalle Ferrovie Federali Svizzere e al 50% da Regione Lombardia) sospenderà il prolungamento della linea S40 (Como San Giovanni-Chiasso-Mendrisio-Varese) che da giugno 2018 permetteva ai cittadini comaschi di raggiungere i due Terminal dell’aeroporto internazionale.

Dunque a partire da dopodomani, le corse termineranno a Varese e non garantiranno più un collegamento diretto con la città di Como.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

“Con questa interrogazione – continua Raffaele Erba – vorremmo sapere dall’Assessore regionale competente quali sono le ragioni che hanno determinato la scelta di interrompere il collegamento e quali saranno le iniziative che si intendono intraprendere per ripristinare il servizio”.

L’interrogazione del Movimento 5 Stelle è già stata protocollata e verrà discussa in una delle prossime sedute del Consiglio Regionale.

  1. Ambrogio Rossi

    E’ semplicemente vergognoso che nel 2019 “Como città turistica” debba penare per avere un collegamento pubblico decente con l’aeroporto di Malpensa…

  2. Dario

    A questo articolo vanno fatte molte precisazioni:
    – Regione Lombardia non ha una partecipazione diretta in TILO, mentre il 50% italiano è in mano a Trenord
    – Con l’apertura della linea Mendrisio-Varese era già previsto che fosse Lugano ad avere i collegamenti diretti per Malpensa, (gli svizzeri hanno investito nella linea per questo), ma a seguito di un’impuntatura di Regione Lombardia è stato dato il contentino a Como per un anno.
    – In ogni caso il collegamento rimane ogni ora come prima, ma con cambio a Mendrisio.
    – La ciliegina sulla torta è che il miglior collegamento tra Como e Malpensa non è quello via Mendrisio, ma quello via Saronno. Riporto due numeri evidenti e facili da reperire: Como-MXP via Saronno: in 1h18′ per 10,90 €
    Como-MXP via Mendrisio: in 1h35′ per 17,00 €
    Inoltre per dare un senso a questo articolo bisognerebbe mostrare i dati sul numero di passeggeri tra Como e MXP via Saronno e via Mendrisio.

    In conclusione, non si può davvero parlare di beffa (ripeto: Como rimane collegatissima a MXP tramite due itinerari) e comunque di sicuro non in favore di Varese, la cui offerta ferroviaria verso Lugano, Como e MXP rimane sostanzialmente invariata.

    Un saluto.

Rispondi a Dario Annulla risposta

la tua mail non sarà pubblicata