Politica

Ticosa, transazione con Multi: ok anche dalla Commissione. In Consiglio il 18

Una lunga sequenza di tecnicissimi dettagli, aneddoti giuridici, passaggi politici ha nutrito abbondantemente teste, cartellette e blocchi appunti dei consiglieri della Commissione 2, oggi pomeriggio a Palazzo Cernezzi.

Se al centro del confronto c’era il roboante tema maximo della città – la Ticosa – il dibattito è, giocoforza e in modo meno solenne, dovuto entrare nel microdettaglio, nell’anfratto più specifico di un iter partito nel 2005, celebrato con fuochi d’artificio (che oggi illuminano solo l’imbarazzo della memoria) e approdato tristemente in tribunale.

Comune contro Multi, azienda che a suo tempo si assicurò l’appalto per la riqualificazione dell’area. Oggi non si discute (ancora) di bonifiche, parcheggi o centri commerciali. Oggi si parla della via di fuga, l’exit strategy da una vicenda giudiziaria che, se percorsa tutta non garantisce necessariamente un happyend per l’amministrazione.

Qualche giorno fa il passaggio numero uno: la giunta ha approvato la chiusura del contenzioso con Multi. Elemento da capire (qui i dettagli) ma che in sostanza prevede la chiusura della contesa tra le parti senza che il Comune escuta la fidejussone di 3 milioni – ancora oggi bloccata dal Tar – versata dall’azienda e nel contempo non debba restituire i 450mila euro di caparra ricevuti sempre da Multi.

E’ stato il parere legale dello studio Monti-Viviani a spingere per l’accoglimento: i legali hanno evidenziato come la proposta sia economicamente vantaggiosa e soprattutto come per l’Amministrazione non sia affatto scontato vincere il contenzioso in tribunale.

Oggi tra scaramucce, richieste di approfondimento e dubbi dell’opposizione la Commissione si è espressa favorevolmente. Da registrare l’astensione del Pd, con Gabriele Guarisco e l’assenso di Bruno Magatti, Civitas. Compatta la maggioranza- si temeva qualche scossone dalla Lega, che non è arrivato – no da Rapinese Sindaco.

La delibera dell’assessore Marco Butti dopo l’ok di oggi approderà in Consiglio Comunale mercoledì prossimo, 18 giugno

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata