Politica

Viale Varese, nuovo parcheggio: domani l’assemblea pubblica. Legnani all’attacco: “Troppo tardi”

Mentre non sembra affatto scontata l’unanimità politica sul progetto Nessi&Majocchi per un nuovo parcheggio in viale Varese, per domani sera è annunciata (dopo l’ok di giunta) l’Assemblea Tematica sul tema. Momento chiesto con forza da numerose associazioni ambientaliste e dai gruppi di opposizione. L’incontro in Biblioteca comunale di Como, con inizio alle 20.30. Sicuramente presenti l’assessore alla Mobilità, Vincenzo Bella, l’assessore all’Urbanistica, Marco Butti e l’assessore alla Partecipazione, Amelia Locatelli.

“Siamo contenti che la Giunta comunale abbia convocato l’assemblea pubblica sul futuro di viale Varese, come richiesto sia da noi che dalle varie associazioni ambientaliste. È importante, su un tema così impattante e di rilevante interesse pubblico, coinvolgere i cittadini e le associazioni interessate”, dice Tommaso Legnani, segretario cittadino del Pd.

PARCHEGGIO DI VIALE VARESE:
TUTTE LE TAPPE


Tuttavia, precisa Legnani, “l’assemblea si poteva convocare ben prima, non a ridosso della scadenza entro cui il Comune deve decidere, senza un’adeguata comunicazione e, per di più, in un periodo in cui diversi cittadini sono già in ferie. Il fatto che la convochino il giorno prima non è che vuol dire che una decisione è già stata presa? I cittadini non dovrebbero essere coinvolti all’inizio del procedimento piuttosto che alla fine?”.

Per il resto, evidenzia il segretario “noi rimaniamo contrari poiché non vediamo un interesse pubblico nel progetto proposto. Come già detto più volte è a ridosso delle mura che andrebbero riqualificate, sacrifica il verde, l’impatto economico sarà negativo per il Comune, la concessione per 30 anni è troppo lunga, ci sono altri spazi più idonei per fare un posteggio, tanto per ricordare i tanti motivi che ci vedono contrari. Meglio respingere la proposta così come formulata e, se c’è la volontà politica, avviare una discussione seria e partecipata sui posteggi in Convalle, ma dopo il periodo estivo e magari ripartendo dal famoso piano del traffico, che oltre tutto dovrebbe venire prima dei singoli interventi, visto che ne stabilisce gli obiettivi”.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata