Politica

Congresso Pd: verso la sfida tra Broggi (ala Gaffuri-Orsenigo) e Di Gregorio (renziani)

Assemblea provinciale con qualche notizia, ieri sera, per il Partito Democratico comasco. Sul tavolo dell’organismo collegiale dei dem, diversi punti locali (fase congressuale, amministrative del 2019, elezione del presidente della Provincia il prossimo 31 ottobre) e altri nazionali (su tutti, la manifestazione di domani a Roma).

Due, nel calderone, le indiscrezioni filtrate oggi. La prima riguarda i possibili contendenti al congresso provinciale. L’ala interna “governativa”, quella che a grandi linee fa capo alla catena di comando Luca Gaffuri-Angelo Orsenigo, potrebbe esprimere uno degli astri nascenti sul territorio, ovvero il sindaco di Solbiate, Federico Broggi (foto in alto, già vicesegretario provinciale).

Sull’altro fronte, quello che – a dispetto dei tempi non felicissimi del leader – si potrebbe ancora ricondurre all’ala renziano-lariopoldina, in teoria ha due nomi in ballo: il sindaco di Albese con Cassano, Alberto Gaffuri (a sinistra nella foto sotto) e il capogruppo dem a Cantù, Filippo Di Gregorio (a destra).

Il secondo, stando ai rumors, sarebbe però nettamente in pole position (e non in antitesi con Gaffuri, ma d’intesa).

Altro tema caldo sul tavolo dell’Assemblea provinciale: le elezioni del presidente della Provincia, per la successione a Maria Rita Livio. Sostanziale foschia, sui nomi. Il che significa, a oggi, che l’opzione alternativa a un nome di partito, ossia l’appoggio all’attuale vicepresidente di Villa Saporiti, Fiorenzo Bongiasca, è attuale. E, con il passaggio dei giorni, si rafforza.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata