Politica

Crisi Pd, la spunta Doria. Orsenigo e Legnani: “Nessun immobilismo ma ora via al confronto interno”

Alla fine, quel volpone socialista di Giuseppe Doria l’ha spuntata a suon di lettere. Con due articoli recenti (entrambi qui) avevamo riferito delle sue missive altamente polemiche spedite ai vertici del Pd comasco per chiedere una fase di analisi dopo la serie di sconfitte elettorali nell’ottica di un radicale rilancio sul territorio.

Tra le accuse principali rivolte da Doria al partito, una spiccava su tutte: il presunto immobilismo dopo i rovesci subìti alle comunali, alle regionali e alle politiche., ora i segretari provinciale e cittadino dei dem, Angelo Orsenigo e Stefano Legnani, aprono al presidente del circolo “Willy Brandt” nonché ex segretario della Uil e tesserato Pd. Non senza, però, rispedire al mittente la già citata accusa di immobilismo.

“Riteniamo che da parte della segreteria provinciale e cittadina non ci sia stato immobilismo sul confronto – hanno messo nero su bianco i due segretari – Anzi pensiamo che quanto messo in campo sia importante per una discussione franca e aperta a tutti i livelli del partito”. Poi, però, ecco la mano tesa al “ribelle” con inevitabile ammissione dei risultati infelici alle urne: “A seguito delle tue lettere abbiamo il piacere di informati che l’assemblea provinciale nella riunione del 19 marzo, in accordo con la segreteria provinciale ha deciso di promuovere una fase di ascolto dei territori alla luce del risultato negativo del 4 marzo. In questo particolare momento tutti sentiamo la necessità di confrontarci e di analizzare le ragioni del voto ritenendo che un’assemblea generale degli iscritti non sarebbe riuscita a raggiungere tutti gli iscritti, simpatizzanti e elettori della nostra provincia”.

Gli incontri definiti di “macroarea” hanno preso il via il 26 marzo scorso con la riunione della Bassa Comasca, il 3 aprile con quella dell’Erbese e il 6 aprile 2018 con quella del Marianese/Canturino”.
Nei prossimi giorni gli incontri proseguiranno: oggi alle 21 per la macro area lago e Valli-Tremezzina (Tremezzo) all’ex municipio via Peduzzi; il 12 aprile alle 21 per la macro area dell’Olgiatese a Lurate Caccivio alla sala Coop di Piazza Italia; il 13 aprile 2018 alle 21 per la macro area di Como alla sala della CNA in viale Innocenzo XI.

Orsenigo e Legnani forniscono poi un’ulteriore precisazione: “Infine e non da ultimo vogliamo ricordarti che l’assemblea cittadina è già stata convocata per due volte nello scorso mese il 15 e il 27 marzo, in modalità aperta a tutti gli iscritti e i simpatizzanti, al fine di potere discutere e analizzare l’esito del voto, oltre a iniziare a programmare le azioni future da intraprendere; contestualmente ti segnalo che anche i singoli circoli hanno autonomamente avviato un percorso di discussione interna”.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata