Politica

Curriculum e nomine, Nessi: “Scelte non motivate, il sindaco spieghi”. I nomi nel mirino

Il consigliere di Svolta Civica, Vittorio Nessi, va all’attacco sulla fresca ondata di nomine nelle società partecipate da parte del sindaco Mario Landriscina. Due i capisaldi su cui fonda l’interrogazione appena depositata. Da un lato, la delibera del settembre 2017 con il consiglio comunale di Como approvò gli indirizzi per la nomina, la designazione e la revoca dei rappresentanti del Comune di Como in organismi di enti, aziende e istituzioni. 

E poi, nello specifico, l’articolo 3 del documento, dove vengono indicati quali requisiti professionali propedeutici a tali nomine “qualità e competenze adeguate alle specifiche caratteristiche del ruolo da ricoprire, emergenti dai titoli di studio conseguiti o da esperienze lavorative professionali o di responsabilità nel settore pubblico o in quello privato per almeno 5 anni o da incarichi accademici pubblicazioni o da attività di impegno civile e sociale”.

Comune di Como

“Ma i decreti di nomina sono privi di motivazione – dice Nessi – in quanto affermano genericamente che i soggetti nominati sono in possesso dei requisiti generali e specifici richiesti per l’incarico richiesti dall’articolo 2 e 3 della delibera di indirizzo. Inoltre i decreti dovrebbero indicare, nello specifico, il possesso delle qualità e delle competenze adeguate alle specifiche caratteristiche del ruolo da ricoprire. Peraltro lo stesso articolo 3 definisce che la competenza e la professionalità devono essere desumibili dal curriculum vitae”.

Da qui, dunque, le domanda posta al sindaco per sapere “quali siano, nel dettaglio, le qualità e competenze adeguate alle specifiche caratteristiche del ruolo da ricoprire riscontrate nei curriculum di ciascuno dei suddetti cittadini, nominati dal sindaco di Como in seno a organismi di enti, aziende e istituzioni”. E poi la richiesta di “integrare i decreti di nomina dei suddetti soggetti con motivazioni complete ed esaurienti che giustificano tali nomine e con i curriculum di ciascun nominato”.

A titolo informativo, le nomine su cui Nessi chiede lumi sono le seguenti:

Avv. Lucio Levi – Como Servizi Urbani
Dott. Marco Rezzonico, Nicoletta Molinari e Raffaele Garzone – Acsm-Agam Spa
Marco Valente e Raffaele Termine – AEVV Impianti Srl
Dott. Andrea Bernasconi – Como Calor Spa
Marco Brambilla e Alberto Tolentino – Lario Reti Gas Srl
Luigi Corbella e Antonio Moglia – Varese Risorse Srl
Giuseppe Castelli, Marco Migliorini, Nicoletta Sanguinetti – Fondazione Alessandro Volta
Andrea Racheli – SPT Holding Spa
Gianmarco Beccalli, Elena Canevari, Rossana Canzani, mario Molteni, Gianfranco Tagliabue, dott. Giuseppe Molteni – Fondazione Ca’ d’Industria

  1. Patrizia Guariso

    Bravo Vittorio, esaminare le competenze richieste per quelle nomine , aprirà nuove prospettive di qualità in una Como bloccata in dinamiche distruttive .

  2. Citizen K

    Competenze? scambio di favori, appoggi in campagna elettorale, amici di amici, equilibri tra partiti, etc. etc. tutto il peggio che la politica può fare, condensato in alcuni nomi imbarazzanti. Andate, andate a vedere i CV su Linkedin di qualcuno di questi personaggi. IMBARAZZANTI !!! Su Linked In visto che sul sito del comune non sono ancora stati aggiornati. http://www.comune.como.it/it/comune/societa-partecipate/-Curricula-soggetti-nominati-designati-in-rappresentanza-dellamministrazione.html

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata