Politica

Ennesimo sanguinoso strappo di Forza Italia e Maesani: via dall’aula sul voto di bilancio

Ennesimo, clamoroso, pesantissimo strappo di Forza Italia (tranne Anna Veronelli astenuta) e dell’ex capogruppo di Fratelli d’Italia Patrizia Maesani, ora nel Misto, a lacerare la maggioranza di centrodestra. E questa volta la ferita si è aperta su un documento di quelli pesanti, in materia di bilancio: il rendiconto relativo al 2018.

Ebbene, al momento di schiacciare i bottoni i consiglieri forzisti hanno abbandonato l’aula evitando di partecipare alla votazione, marcando ancora una volta una distanza siderale rispetto a giunta e resto della maggioranza.

Alla fine dei conti, il documento contabile è comunque passato (13 favorevoli tra cui Lega, FdI, Insieme; 9 contrari ovvero le opposizioni; una astensione), ma lo strappo rimane sanguinoso e dalle conseguenze potenzialmente devastanti

(Aggiornamento ore 00.26 – non è invece nemmeno passata la cosiddetta immediata eseguibilità della delibera, non si è arrivati ai voti necessari dopo la tempesta appena precedente; dunque il documento di rendiconto dovrà rimanere affisso all’albo pretorio per 15 giorni prima di diventare esecutivo tutti gli effetti).

Durissimo, nell’immediatezza dei fatti, il capogruppo del Pd Stefano Fanetti (foto sopra): “Ormai la maggioranza non esiste più, il sindaco ne tragga le conseguenze”. E questa volta, la crisi politica sembra davvero a un passo.

  1. MAURIZIO

    ENNESIMA FIGURACCIA DI FORZA ITALIA, I COMASCHI RAGIONINO PRIMA DI VOTARE UNA COMPAGINE DEL GENERE

  2. l’armando

    Stiamo calmi !
    Agitarsi fai il gioco dell’altro.
    Le meteore si infiammano e si spengono in un battito di ciglia.
    Attendiamo in riva al fiume pazientemente…

  3. Angelo

    Fin qui la figuraccia la sta facendo questa amministrazione che non sa neppure utilizzare i fondi disponibili per le opere necessarie ed utili. E non ha neppure saputo creare un canale di partecipazione per i cittadini.

  4. Ambrogio Rossi

    Fare opposizione all’interno della maggioranza non è mai semplice ne conveniente, ma i segnali, negli ultimi mesi, che qualcosa non va nella gestione della città al sig. sindaco ed alla sua giunta sono arrivati in tutte le lingue, ora se il dott. Landriscina vuole andare avanti sarà costretto ad andare in aula a chiedere la fiducia su un programma per i prossimi 4 anni, altrimenti dorvrà rassegnarsi a rimanere costantemente ostaggio della sua “presunta” maggioranza.

    • Gigi

      al massimo 3 anni!
      Non sopravvalutatevi

  5. Sergio Gaddi

    Finalmente Forza Italia fa Forza Italia.

    • gianluca

      Giusto, e speriamo che presto sia staccata la spina

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata