Politica

Flop Viale Varese. Butti (non) fa spallucce: “Progetto strozzato dagli uffici”

Nel, più tradizionale e rodatissimo, giochetto delle parti deve necessariamente infilar guisa e drappeggio istituzionale e negare, fortissimamente negare che si tratti di un fallimento personale.

Ci sta. Certo, in questi mesi è sembrato piuttosto sbilanciato in favore del progetto. Piuttosto.

Delega all’urbanistica nell’inseparabile zainetto, l’assessore Marco Butti, ha visto bloccare dai colleghi di giunta (lunedì sera, qui i dettagli) l’ipotesi di allargamento del parcheggio di viale Varese a sigla Nessi&Majocchi.

Giunta Landriscina

“Il parere degli uffici ha strozzato il progetto – spiega oggi – e non solo, il parere blocca qualsiasi possibile aumento di stalli in zona. Non importa chi lo proponga o lo realizzi, che sia Nessi&Maiocchi o Como Servizi Urbani, non cambia nulla”.

Perché?

Perché il Pgt è chiarissimo, i posti auto, non solo in viale Varese, non solo non possono aumentare ma, anzi, devono essere ridotti e uscire dalla città

Va beh, lo sapevate anche prima. Però il Project Financing , codice alla mano, non deve tener conto degli strumenti di programmazione

Certo ma così si deve andare in variante, cioè in Consiglio e mettersi contro gli uffici

Non proprio bon-ton istituzionale, in effetti. Ritiene sia un fallimento personale?

Assolutamente no, non è un progetto firmato Marco Butti

Però, dai, assessore in questi mesi si è speso in prima linea. Come può non ritenerla una sconfitta?

Io metto sempre la faccia. Quando con il collega Galli incontrammo associazioni e residenti manifestai parere favorevole, fatta salva la necessità di integrazioni e modifiche.

Appunto, sia gentile, ha sostenuto l’ipotesi

Se bisogna per forza mettere il cappio al collo di qualcuno, lascio ciascuno libero di pensare ciò che vuole. Non considero vittoria le delibere portate a buon fine (chiaro autoriferimento a Ticosa, Ndr) quindi non considero fallimento le delibere stoppate, peraltro delibere di altri (chiaro e maligno riferimento al collega Bella cui tecnicamente il progetto faceva riferimento, Ndr). Inoltre rispedisco al mittente ogni illazione demenziale

Cioè?

I maestri da tastiera che in questi giorni hanno adombrato interessi privati

Majocchi ieri, in sostanza, ha parlato di fallimento della Politica (qui)

Ha espresso una valutazione personale

Intanto, qualcuno ricomincia a parlare dell’ipotesi autosilo nell’area del Gallio

Ho letto molto e sentito molto in Consiglio. Ma ripeto, per l’ennesima volta, non esiste alcun progetto depositato in Comune, mi stupisce tanto fervore intorno a una cosa che non c’è. Ne parleremo quando arriverà

Insomma, assessore, è tutto tranquillo

Come dice il mio amico Sergio Gaddi: “Pace e bene”. Saluti

Ricambio cordialmente

 

  1. Tonino

    Ma come, non è bastato trasferire e demansionare l’Ing. Lorini per riuscire a mettere le mani su Viale Varese? Stai a vedere che non era lui ad essere un cattivone, ma che proprio non è possibile fare un parcheggio privato in quella zona…

  2. Gigi

    Assessore Butti, perché non evidenzia a tutti i cittadini (non solo ai “maghi da tastiera”) l’interesse PUBBLICO nel dare ad un PRIVATO in concessione per 30 anni la gestione (perché in sostanza di questo si tratta) di posteggi PUBBLICI?

  3. hakluyt

    Dai Gigi, non infierire.
    Un minimo di supporto alle categorie di riferimento che li hanno votati dovevano pur darlo…

  4. Stefano Legnani

    I tecnici hanno proprio il compito di supportare i politici, che non sempre ne sono forniti, con le proprie competenze specifiche. Per un politico sarebbe necessaria un po’ di modestia quando non si hanno gli strumenti per valutare le proposte sotto il profilo tecnico e soprattutto evitare di sostenere progetti che non hanno le gambe per andare avanti. Sconfitta politica dell’assessore Butti che, come tutti sanno, voleva intestarsi il progetto.

  5. giorgio

    Certo, in caso di fallimento si scarica la colpa sugli uffici..
    Se politicamente supporti un progetto lacunoso che (fortunamente) naufraga, qualche minima responsabilità la si avrà anche, no?

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata