Politica

“Il regolamento di polizia urbana lo cambiamo assieme”. Proposta (e link) di Civitas

“Eliminare tutte quelle norme che per essere applicate chiedono una valutazione soggettiva, che non rimandano a fatti certi, accettabili e incontrovertibili, che pretendono l’interpretazione da parte di una terza persona”.

Benché non di non facile interpretazione, è questo l’obbiettivo che si pone la lista civica “Civitas”, rappresentata in consiglio comunale da Bruno Magatti, per coinvolgere i cittadini nella modifica partecipata del nuovo regolamento di Polizia urbana in discussione in consiglio comunale.

Di fronte a passaggi del documento ritenuti poco chiari da parte di Civitas, dunque, la lista prefigura due potenziali rischi: “Vedremmo esempi di sanzioni applicate solo da e ad alcuni, con situazioni analoghe giudicate in modo contraddittorio. Ciò rappresenterebbe la morte della norma stessa perché quello che rende credibile una norma è la certezza della sanzione non l’entità della sanzione”; “la seconda possibilità è il varo di norme inapplicabili in alcune loro parti, con il conseguente susseguirsi di ricorsi davanti al giudice di pace da parte di coloro che non rinunceranno a proporre la propria visione, con la chiamata del comune a risarcire i costi della causa”.

Quindi, ecco la proposta: promuovere un percorso partecipato con i cittadini di Como mirato alla conoscenza del nuovo regolamento e alla possibilità lavorare insieme a delle modifiche.

“È online una piattaforma dove chiunque potrà accedervi, leggere il regolamento in discussione e proporre delle modifiche – si legge nella nota diffusa da Civitas -Le modifiche, dopo un’attenta analisi e verifica con lo Staff di Civitas, saranno oggetto degli emendamenti che il prossimo 13 Maggio porteremo in Consiglio Comunale”.

Di seguito, alleghiamo il link per poter aderire materialmente all’iniziativa. Cliccando sugli articoli del nuovo regolamento di polizia urbana si trovano il testo relativo e una casella dove si può proporre la propria modifica (cancellazione, correzione, aggiunta).

QUI IL LINK PER LA CONSULTAZIONE E LA PROPOSTA DELLE MODIFICHE

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata