Politica

Ius Soli, FdI promette battaglia. Butti: “Riforma voluta da Boldrini. Servono bambini italiani”

“Lo Ius Soli è un falso problema ed è un punto che non dovremo mai raggiungere. Esiste già una legge sull’ottenimento della cittadinanza. Una legge che a nostro avviso andrebbe puntualizzata meglio”.

Così Stefano Molinari, segretario provinciale di Fratelli d’Italia, insieme a Enrico Avalli, segretario cittadino, e Alessio Butti, deputato comasco di FdI, ha aperto, oggi, la conferenza stampa di presentazione della raccolta firme del partito contro la riforma della cittadinanza. 

A Como, Erba e Rovellasca oltre che in tutta Italia, infatti, i militanti allestiranno dei gazebo in opposizione alla presa in esame dalla Commissioni Affari Costituzionali delle tre proposte per la riforma dell’acquisizione della cittadinanza da parte di stranieri (Ius Soli, Ius Culturae e Ius Culturae-Ius Soli “Temperato”). 

“Nel caso in cui qualcuna di queste proposte possa passare, specie lo Ius Soli, utilizzeremo le firme raccolte in questi giorni per chiedere un referendum contrario” ha continuato Butti. “Si tratta di un baratto attuato da Laura Boldrini che, dopo l’entrata nel Partito Democratico, ha chiesto di essere gratificata con una proposta sullo Ius Soli, mutuato anche nella forma dello Ius Culturae che prevede il diritto di cittadinanza anche dopo un solo ciclo di scuole, addirittura professionali”.

Butti ha poi commentato come la campagna politica per la riforma della cittadinanza sia un cavallo di battaglia della sinistra, motivata dal calo demografico. “Noi di Fratelli d’Italia speriamo che nascano bambini Italiani che un domani possano sostenere il paese e il suo welfare. L’unico modo è intercettare la fiducia delle giovani coppie e risolvere il loro timore per il futuro che oggi è prettamente economico”. 

“Non ci interessa raggiungere il melting-pot americano che chiaramente sta dando problemi. Non ci interessa ripetere l’esperienza della banlieue parigine. Non occorre la cittadinanza per permettere l’integrazione ma il rispetto reciproco tra culture” ha continuato Butti, chiudendo poi su una nota locale. 

“Gli stranieri presenti sul territorio comunale non hanno uno status esattamente trasparente. Pensiamo solo allo Scalo Merci e a quelli presenti in Valmulini. Sono davvero tanti. Se non sono in regola dovranno essere rimpatriati. Noi di Fratelli d’Italia chiederemo al Ministro, Prefetto e Questore chiarimenti sullo stato giuridico di queste persone” ha concluso l’onorevole.

  1. Andreab

    E’ la multiculturalita bellezza e non non potrai farci nulla se non rallentarla ma solo un pochino… poi non capisco citare la Boldrini come ad evocare il male assoluto. Avercene di Boldrini

  2. darioC

    Più che bambini italiani servono bambini che crescano diversi dagli adulti di oggi

  3. giorgio

    ““Lo Ius Soli è un falso problema”

    Hanno ragione: un falso problema perchè nessuno lo ha proposto. Insomma sono dei novelli Don Chisciotte che si battono contro un qualcosa di inesistente.

    Classico modo di far politica di alcuni: invento un nemico immaginario per poi dire di essere l’unico a battersi contro.

  4. Intanto due persone dominicane, chissà future ius culturae, hanno ucciso due poliziotti a Trieste..
    Butti non mi sta simpatico, ma la boldrini veramente le spara grosse..

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata