Politica

La “corazzata” Traglio: “I giardini a lago sono una schifezza [pazzesca, ndr]”

Un Maurizio Traglio in versione “Corazzata Potëmkin“, l’altra sera in consiglio comunale. Il nocciolo della dichiarazione preliminare del consigliere di Svolta Civica, in realtà, era l’attesa lunghissima per il famoso bando per gli eventi estivi in città.

“Siamo all’8 luglio – ha rimarcato Traglio – e ancora il bando non è pubblicato. Sono sgomento e preoccupato. E lo sono perché se non riusciamo a portare avanti elementi amministrativi di routine come questi, figuriamoci sui progetti speciali”.

Sul punto, a dire il vero, l’assessore alla Cultura, Carola Gentilini, ha replicato subito dopo indicando questa settimana – anzi, per la verità parlando di domani giovedì 11 luglio – la data in cui il bando diverrà di pubblico dominio e sarà dunque accessibile agli interessati.

Ma dove Traglio ha affondato con toni ancora più netti è stato sul travagliatissimo progetto di riqualificazione dei giardini a lago, questione che torna pressoché ogni settimana in aula.

“Non siamo in condizione di pubblicare il bando per gli eventi l’8 luglio, ma non siamo in condizione di sdoganare nulla. Non parliamo dei giardini a lago: una storia ridicola”.

L’ex sfidante di Mario Landriscina nel 2017, poi, ha rincarato la dose: “Se ne parla da due anni di questo progetto: questa amministrazione non ha considerato il progetto lasciato da quella precedente perché lo riteneva inadeguato. E con questo continuiamo ad avere una schifezza di giardini a lago, dove si fa fatica persino a camminare perché c’è il rischio di inciampo a ogni metro”.

“Auspico un colpo di reni, un moto d’orgoglio – ha chiuso Traglio – Come lista siamo fortemente imbarazzati per un immobilismo che ricorda i chiodi piantati nei piedi, senza mai fare un passo avanti”.

  1. VivaComo

    Ma fortuna ora stanno approfondendo i sottoservizi e gli impianti… come possibile che mai prima nessuno si fosse reso conto della situazione? Certo… a volte meglio un po’ di prudenza e approfondire bene perché poi nascono varianti assurde su progetti che con maggiori dettagli si possono evitare con risparmio di spesa VivaComo

  2. Gigi P

    Beh è già stato gentile.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata