Politica

La doppia vittoria di Mr. preferenza (con brindisi). Fermi: “Assessorato? Spero ma aspettiamo”

In caso di vittorie, anzi di vittorie come si sintetizza facilmente “a valanga” l’etichetta del primo giorno vuole che si esordisca con un banale: “Come va?” che significa “si prenda il legittimo tempo per esultare”. Alessandro Fermi, Forza Italia, è il secondo consigliere più votato della Lombardia alle regionali, considerando tutti i partiti in corsa. Già sottosegretario con Maroni oggi in fortissimo odore di assessorato ha pure vinto una sfida locale, interna a Forza Italia. Però, prima di tutto, come promesso:

Fermi, come va?

Sono contento, felice, oltre 8mila 200 preferenze sono un’enormità, soprattuto in questa situazione specifica. La proporzione con le preferenze di tutti gli altri candidati segna un distacco impressionante.

Quindi farà l’assessore

Come sapete non c’entrano solo i numeri che sono certo un elemento importante ma ci sono logiche politiche che superano le percentuali

Beh però i numeri avranno pure un significato

Me lo auguro

E, sul fronte politico, è bene ricordare che Como non ha un assessore regionale da 15 anni

Questo è un aspetto non secondario

Nel caso, quali deleghe non le dispiacerebbero?

Non ho fatto grandi pensate ma, sicuramente, anche nell’interesse del territorio Turismo e Attività produttive calzerebbero bene, anche in prospettiva. Ma siamo al pourparler

Fermi, ha vinto anche una seconda battaglia, più territoriale, interna al partito

Per favore…

Quanto hanno preso Federica Bernardi e Alessandra Giola?

Bernardi quasi 3.400 preferenze, Giola quasi 3.100

Bernardi davanti a Giola significa Fermi davanti a Rinaldin

Queste sono vostre valutazioni, io non dico niente

Diciamo che i risultati generali, la vedono uscire estremamente rafforzato

A me piace leggere quello che scrivete su ComoZero ma non dico altro. Al momento, posso dire solo che sento una grande responsabilità e il dovere di rispettare gli impegni

Un “parricidio” politico in Forza Italia: ira e divorzio Fermi-Rinaldin (causa Giola)

Forza Italia: Bernardi-Fermi alla cena supervip, il popolo di Rinaldin pronto a tutto per Giola

 

Andando oltre il risultato personale bisogna registrare Forza Italia in sofferenza

L’esito è coerente ai sondaggi, va detto che non abbiamo ottenuto quel 2-3% in più che Berlusconi di solito era in grado di portare durante la campagna elettorale. Eravamo accreditati localmente al 13-15% e così è stato. Tenga conto che sempre i sondaggi davano la Lega al 24-25% e poi è andata oltre il 30%. Un gap enorme.

Come ci si sente a essere la seconda ruota dopo il Carroccio?

Beh, in Lombardia, e comunque nel Nord Italia, exploit di questo tipo non sono rari per la Lega, non è la prima volta nel territorio. La vera differenza è il dato nazionale

Serve un ripensamento radicale in Forza Italia

Al Centro e al Sud il risultato è chiaro: è andata peggio delle previsioni. Il partito deve fare un reset e ripartire.

Quando la prima convocazione in Regione?

Ci sono circa 10-12 giorni da oggi per la giunta. Quindi il primo Consiglio sarà dopo 20-25 giorni

Si è già sentito con il presidente Fontana?

No, non ancora

Aspetta una chiamata?

Oggi avrà centinaia di telefonate, come tutti noi. Sicuramente nei prossimi giorni

Ovviamente (ci riprovo, chiaramente) per una proposta di assessorato

Aspettiamo il partito e la conta definitiva dei seggi, ci sono calcoli da fare sulle liste numerose. Forza Italia secondo me ha ottenuto fatto un risultato simile a cinque anni fa ma forse con qualche seggio in meno. Davvero, meglio aspettare. Comunque credo che Como porterà 2 consiglieri della Lega, uno con Forza Italia, uno del Pd e altrettanto con i Cinquestelle

  1. orfeo

    Anni fa anch‘io sono stato presidente di seggio ma una porcata di questo genere non me la sono permessa. Ammetto che alla fine delle scrutazioni mi è mancata una scheda nonostante 2 riverifiche. Quanto riscontrato poi è stato messo a verbale firmato e controfirmato da un notaio.

  2. hakluyt

    I presidenti di seggio sono lasciati allo sbando dalle istituzioni, che non fanno neppure un minimo sforzo per dar loro le conoscenze e gli strumenti per operare “ex-lege”, magari con brevi corsi di istruzione e aggiornamento.
    Io, non volendo fare “imbrogli” e non avendo nessuna intenzione di commettere reati, mi sono cancellato dall’albo dei presidenti di seggio proprio per questi motivi…

  3. Giovanni Pianigiani

    Boh… questa volta il procedimento era oggettivamente più complesso che in passato – e non sono stato chiamato – ma ho fatto il presidente almeno nelle ultime tre consultazioni. Ma una cosa del genere (mettere da parte delle schede per compensare e poi buttarne dentro qualcuna alla bisogna) non l’avevo mai vista né sentita, e non ne ho mai avuto la necessità. Poi è vero che i presidenti sono lasciati in balia di se stessi e che seguire le procedure alla lettera è di fatto impossibile, ma qui, al di là dell’assurdità del reato, c’è la connivenza di tutto il seggio. Non riesco a immaginare me, presidente, che fin dal primo giorno – quando conosco gli altri membri da circa 1/2 ora – mi metto d’accordo con loro per infilarmi in tasca un mazzetto di schede “casomai servissero più tardi”

  4. hakluyt

    Confermo: mai fatto una porcheria del genere…

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata