Politica

La Nostra Famiglia, presidio contro i nuovi contratti. Cgil: “Mobilitazione continua”

“E’ solo valorizzando i propri lavoratori che il motto dell’associazione “il bene fatto bene” trova piena applicazione, di certo non aumentando le ore settimanali a stipendio invariato”.

Così Fp Cgil ha annunciato la mobilitazione dei lavoratori dell’associazione “La Nostra Famiglia” , prevista per domani davanti alla sede di via del Dos 1 a Como in un comunicato diffuso questa mattina.

Obiettivo del presidio è protestare contro il cambio di contratto, deciso dai vertici dell’associazione lo scorso gennaio e sostenere le sigle sindacali (Fp Cgil – Cisl Fp – Uil Fp) impegnate a prevenire la modifica unilaterale del contratto, si legge nella nota.

Di seguito riportiamo il comunicato che, nella sua chiusa, promette battaglia: “Se la soluzione tarderà ad arrivare la mobilitazione non potrà che continuare”.

Cambio del contratto applicato dopo 13 anni di mancato rinnovo. E’ questa l’inaccettabile soluzione adottata dall’associazione La Nostra Famiglia lo scorso 28 gennaio, a seguito dell’improvviso stop alle trattative nazionali per il rinnovo del contratto collettivo nazionale della sanità privata (attualmente applicato ai lavoratori dell’associazione).

Decisione che ha colpito tutto il personale non medico che negli anni ha contribuito, con passione e sacrificio, a far diventare l’associazione un punto di riferimento – anche in provincia di Como- per la cura e la riabilitazione delle persone con disabilità, soprattutto in età evolutiva.

Per questo motivo, lo scorso 5 febbraio all’unanimità, l’assemblea dei lavoratori ha deciso di mettere in campo delle iniziative a sostegno della vertenza nazionale. Vertenza che vedrà le segreterie nazionali Fp Cgil – Cisl Fp – Uilfpl impegnate in un primo confronto per persuadere l’associazione a correggere il dissennato della modifica unilaterale del contratto di lavoro il prossimo 11 febbraio.

Foto via: Google Streetview

Ed è proprio in questa data che i lavoratori dell’ambulatorio di Como hanno deciso di mettere in campo la prima iniziativa a sostegno delle segreterie nazionali e per sensibilizzare la cittadinanza: dalle 11:00 alle 13:00 nella sede di Como in via del Dos 1 sarà organizzato un presidio dei lavoratori impegnati sulle Strutture .

Durante il presidio i lavoratori consegneranno ai pazienti e i loro familiari una lettera per informarli e sensibilizzarli.

Chiediamo infine a tutte le Istituzioni presenti sul territorio di fare la loro parte per riportare questa intollerabile discussione nella sua sede naturale, il tavolo nazionale per il rinnovo del contratto sanità privata.

E’ solo valorizzando i propri lavoratori che il motto dell’associazione “il bene fatto bene” trova piena applicazione, di certo non aumentando le ore settimanali a stipendio invariato. Se la soluzione tarderà ad arrivare la mobilitazione non potrà che continuare.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata