Politica

Como, ecco le Sardine: piazza Vittoria invasa dai manifestanti. “Bella Ciao” e inno nazionale

E’ la giornata delle Sardine anche a Como. Il movimento nato a Bologna in antitesi alla Lega di Matteo Salvini, in vista soprattutto delle elezioni regionali dell’Emilia Romagna in programma per fine gennaio, si è dato appuntamento in piazza Vittoria sotto lo slogan #ComoSiSlega.

20.00 – Tutto finito, il bilancio non è ufficiale ma i partecipanti se non a cifra tonda si sono avvicinati molto tranquillamente a quota 1.500. Intanto, le sardine volontarie del comitato organizzatore si stanno occupando di pulire la piazza.

 

19.31 – Mentre la manifestazione delle Sardine volge al termine senza alcun problema, da segnalare che anche il traffico non ne ha risentito minimanente. La conferma giunge anche da Questura e Comune: domenica trascorsa con notevoli afflussi ma senza ingorghi particolari.

19.10 – Dalle prime stime rigorosamente ufficiose, i partecipanti sarebbero attorno ai 1.500.

19.04 – La piazza trasforma in un coro il proprio slogan originario: “Como si slega”, cantano i manifestanti.

18.54 – Subito dopo “Bella Ciao”, la piazza ha intonato anche l’inno nazionale.

18.50 – Come già accaduto in molte piazze delle Sardine, anche a Como scatta il canto partigiano per eccellenza “Bella Ciao”. Video.

18.49 – Mentre la manifestazione prosegue, è attiva anche la raccolta di cibo per l’associazione “Como Accoglie”.

18.47 – E’ il momento di alcuni brevi discorsi. Il microfono passa a turno ad alcuni partecipanti alla manifestazione. Video e gallery.

18.37 – Piazza Vittoria è ormai piuttosto gremita. Tantissime persone dietro lo striscione con lo slogan #ComoSiSlega

18.30 – Alcuni partecipanti spiegano perché hanno voluto essere presenti alla manifestazione delle Sardine.

18.27 – La folla cresce sempre più: ora piazza Vittoria è quasi interamente e pacificamente invasa di persone.

18.22 – A distanza dalla manifestazione che sta riempiendo completamente piazza Vittoria, accanto alle transenne e alla polizia locale in via Milano, spunta anche l’assessore alla Sicurezza Elena Negretti.

18.15 – In pieno stile Sardine, non manca qualche trovata pittoresca nel nome dei pesci che hanno “battezzato” il movimento.

 

18.11 – Mentre la piazza si riempie, appaiono i primi volti conosciuti. Qui a destra, il segretario provinciale della Cgil, Giacomo Licata. Nel video, Bruno Magatti (Civitas), Gianfranco Giudice e Andrea Luppi (Pd). Molti gli esponenti del Partito Democratico presenti all’evento.

 

 

18.06 – Il numero di persone cresce piuttosto velocemente. Notevole lo spiegamento di forze dell’ordine attorno alla piazza, ma per ora tutto assolutamente e totalmente pacifico.

17.50 – Iniziano ad arrivare i primi manifestanti, posizionato lo striscione sotto la statua di Garibaldi.

  1. Ottimo che sia pacifica ma perché odio per Salvini? Odiate la povertà, odiate le diseguaglianze..
    Poi doveva essere apolitica e c’era la sinistra e il sindacato comasco.
    Muovetevi indipendenti

    • Tra i 1.500 partecipanti gli esponenti politici saranno stati una ventina, sindacalisti non ne ho visti e se c’erano, erano mimetizzati nella folla. Non ho sentito nessuna frase offensiva o insulto a Salvini. Verso la.fine un gruppo di giovani ha urlato “noi siamo antifascisti” come lo sono tutti i partiti presenti in Parlamento.
      L’odio per Salvini non l’ho percepito, la quasi totalità dei manifestanti era indipendente dai partiti. Ma abbiamo partecipato alla stessa manifestazione? C’era anche lei?

  2. Carlo

    Mancavano solo Orsenigo e Fanetti e poi c’era tutto il PD comasco.

    • upocattivo

      Meno male, almeno una cosa buona ogni dieci anni forse la fanno.

  3. memoriastorica

    Riassumendo: disagi per il traffico ? Nessuno. Ostacolo per i commercianti o i visitatori domenicali ? Nessuno. Istigazione alla violenza ? Nessuna
    Proporrei i Sig.ri Butti e Molinari come protagonisti del sequel di Fascisti su Marte

  4. Libero

    Ennesimo tentativo di ricompattamento di una sinistra frastagliata,senza proposte concrete, che in mancanza di idee rispolvera l’antifascismo buono per tutte le stagioni, e se non sei d’accordo con loro diventi qualunquista e populista…

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata