Politica

VIDEO Salvini: “A Como servono parcheggi. L’Europa non ci dica come fare il missoltino”

19.00
Il comizio di Matteo Salvini si è concluso davanti a una piazza Verdi gremita di militanti. Al termine dell’evento, diversi supporter sono saliti sul palco per avere la propria chance di scattare un selfie con il Ministro dell’Interno.

Tanti gli argomenti trattati durante la manifestazione. Si è parlato di infrastrutture nel comasco, di Pedemontana e di Paratie, e di famiglia tradizionale, nel solco della tre-giorni pro-vita e pro-famiglia tenutasi a Verona e, ovviamente, di Europa, visto l’importante scadenza elettorale del 26 maggio prossimo, data delle future elezioni europee. “Fino a qualche tempo fa sarebbe stato impensabile riempire una piazza così, di lunedì sera” ha commentato Salvini, ringraziando la folla.

 

18.53 La “La Boldrini ha un futuro nel ballo. Fazio è il più furbo di tutti”

18.45“Non abbiamo bisogno di Junker che ci dica come fare il missoltino”

18.40 “Nell’Italia che ho in testa i nostri figli e le nostre figlie soprattutto devono poter uscire di casa la sera senza che accada qualcosa”

18.38 “Solo in Italia tv e giornali hanno fatto una settimana di disinformazione perché a Verona abbiamo difeso la mamma e il papà. Sacrilegio, ma senza la mamma e il papà non si parlerà di Como nei prossimi anni”. Poi il vicepremier ha ringraziato Nicola Molteni per l’approvazione della legge sulla legittima difesa: “Come se uno dovesse stare attento a non torcere il mignolo al “povero” rapinatore”.

18.35 Salvini è sul palco e attacca sui temi locali: “Stiamo lavorando duro qui, a Roma, in Regione per ridare ai comaschi il lungolago perché come questo non ce n’è. Qualcuno si è lamentato per l’immigrazione, perché era un business. Ma ne erano arrivati un po’ troppi, e ci portavano la guerra. Io ringrazio chi ha lavorato in questi mesi che ha rilanciato una città che 2-3 anni fa era piena di bivacchi e di immigrati. Però per godere Como servono anche dei parcheggi dove lasciare l’auto senza pagare un occhio della testa. E la Ticosa, dimenticata da troppo tempo deve tornare un onore e una risorsa per questa città”. Sotto il video.

18.20 Matteo Salvini è arrivato in piazza Verdi a Como. Subito accerchiato da giornalisti e telecamere prima del comizio dal palco. Tra i fan, anche diversi non italiani, generalmente non nel bacino elettorale leghista. Sotto la gallery sfogliabile.

 

18.00 Lo stato maggiore della Lega comasca sul palco

17.52 Attesa per l’arrivo in città del vicepremier e ministro dell’interno Matteo Salvini. A fare gli onori di casa il sindaco Mario Landriscina con il vice, la leghistissima e deputata, Alessandra Locatelli: “Serve tanta fatica ma non si arretra di un millimetro – ha detto il primo cittadino – Accontentare tutti non è possibile, ma abbiamo bisogno di andare avanti. Qualcuno dice che la città è ferma ma vi assicuro che non è così. E le persone chi sono al fianco (indicando i leghisti, ndr) non mi hanno mai tradito”.

17.32 Il pubblico arriva, gallery:

  1. Piazza Verdi…

  2. Gioele

    Il discorso dei “parcheggi” è diventato un tormentone e come tutti i tormentoni estivi si canticchiano ma non si ricordano le parole e neppure l’autore della canzone.
    Il capitano si sarà già dimenticato del “baluba” locale che gliel’ha suggerito. Chissà quando andrà in Valtellina a dire che non si farà spiegare dall’OCSE come si cucinano i Pizzoccheri? Ma li cosa serve?….se lo farà spiegare da qualche altro suggeritore.

  3. Stefano Legnani

    Il Sindaco che abbraccia Salvini e l’assessore Negretti con la maglietta di Salvini. E’ solo la conferma che l’Amministrazione comunale di Como è a trazione leghista.

  4. Comino

    A Como servono parcheggi? Finalmente abbiamo capito per chi votare alle europee!

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata