Politica

Mediazione trasversale: ok alla mozione, via i bus turistici da piazza Roma. Rapinese attacca

Con una mediazione tra il capogruppo e proponente di Svolta Civica, Vittorio Nessi, e il gruppo di Forza Italia (tramite un emendamento del consigliere Luca Biondi), più altri spezzoni di centrodestra, è stata approvata la mozione per togliere i pullman turistici da piazza Roma. Al voto finale, 5 gli astenuti, 21 i voti favorevoli e 3 contrari (con Alessandro Rapinese più critico di tutti sul documento finale, post emendamento).

In origine, la mozione presentata da Nessi puntava non soltato a “sfrattare” i pullman turistici da piazza Roma ma, tra le altre proposte, includeva anche l’ipotesi di individuare altre zone specifiche per la sosta dei mezzi (tra le altre via Regina e via Nazario Sauro, almeno per il tempo necessario al carico e scarico dei passeggeri) e anche l’idea di realizzare un parco giochi nelle aree alberate.

In concreto, però, l’emendamento Biondi ha ridotto di molto gli scenari alternativi: la mozione finale continuava a mantenere l’obiettivo di fondo, ossia la liberazione della piazza dai “bestioni”, ma tutti gli altri scenari sono stati riassunti in un generico intento che prevede di affidare a sindaco e giunta l’elaborazione di “uno studio per individuare la migliore destinazione di piazza Roma come spazio pubblico vivibile per cittadini e turisti”.

Sulla mancanza di alternative concrete al di là dello “sfratto” dei pullman si è scagliato Rapinese che ha parlato di un risultato “demenziale” e di una sostanziale “non scelta, che peraltro affida al sindaco la decisione sul futuro, quando lo stesso sindaco si è espresso chiaramente per crearvi un parcheggio”.

Alla fine, però, i numeri hanno premiato la mediazione tra maggioranza e opposizione. Su tempi e modi dell’allontanamento dei pullman turistici da piazza Roma, però, non vi è nulla di già definito.

  1. giorgio

    Ben venga togliere i bus turistici da una piazza che deve diventare centrale.

    Bisogna capire però dove li faranno arrivare ora.

  2. E’ cosa buona e giusta…Una possibile soluzione per gli autobus potrebbe essere piazza del popolo in corrispondenza degli stalli dei bus di linea già esistenti ed eliminando la decina di parcheggi per auto che li precedono. L’unica controindicazione è il parchetto li di fianco che rischierebbe di essere soffocato dai gas di scarichi a meno che gli autisti spengano diligentemente i motori (altro tema non risolto della mozione)

  3. Comino

    Io credo invece che piazza roma debba diventare un hub di ingresso in città dei turisti: lì tutti i pullman turistici, lì un infopoint, verso lì tutti i cartelli che indichino a chi arriva dalla stazione lago o dall’autosilo di viale lecco un “inizio itinerario turistico”. Lì un bar per ingannare l’attesa della ripartenza dei pullman, lì bagni pubblici, un negozio di souvenir, un noleggio di biciclette o di altri veicoli elettrici o a pedali, un minimarket. Gli autisti dei bus e le guide istruite per fare in modo che l’attesa e lo sbarco dai pullman diventi un momento nel quale
    1) informarsi su cosa visitare in città -> infopoint, pannelli informativi
    2) affittare veicoli o acquistare biglietti (pullman, battelli, funicolare, mostre, musei, teatri!)
    3) usufruire di servizi igienici o di ristorazione prima di ripartire per il proprio viaggio
    ….
    I bus vi entreranno e rimarranno il tempo necessario alle manovre, per poi andare a posteggiarsi in periferia se i pochi posti lì a disposizione fossero occupati o arrivasse un altro mezzo.
    Sarebbe l’unico modo per sfruttare una piazza che PEDONALE NON SARA’ mai fino a quando ci saranno posteggi per residenti, passaggio dei bus di linea e tutta la parte asfaltata che c’è adesso.

  4. Monia

    L’idea di Comino mi sembra sensata. Punto info e servizi al turista, caricare e scaricare e sostare altrove. Ci sta. Noleggio mezzi e tour organizzati.

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata