Politica

Mense: “Cara Anna (Veronelli), perché taci?” Lettera amara dall’ex consigliere

Uno sfogo in forma epistolare. Lo ha affidato a Facebook l’ex consigliere comunale CinqueStelle, Luca Ceruti. Al centro, la questione mense scolastiche. Ieri l’ultimo capitolo:

Mense, novità clamorose: chiude anche via Fiume. I pasti in mano ai privati salgono a quota 2.500

Ceruti si appella a Anna Veronelli, oggi presidente del consiglio comunale, ricordando le battaglie dai banchi dell’opposizione durante gli anni del sindaco Mario Lucini. Una sollecitazione, uno sfogo amaro (ovviamente aspettiamo la risposta).

Anna,

io come te da consiglieri di minoranza abbiamo assistito alle riunioni della commissione III anzi abbiamo preteso ci fossero le riunioni della commissione III del sociale per parlare di Punto unico di cottura.

Come te ero profondamente perplesso. Come te ho assistito alle assemblee tematiche con i cittadini, proprio su questo tema. Anzi io ho assistito, tu hai raccolto alcune firme di mamme e papà indignati, ti sei espressa durante le assemblee tematiche ti ricordi? Proprio a Camerlata, nella circoscrizione. A proposito quando torna agibile?
Hai preso la parola e hai preso a parole assessore e dirigente. Il punto unico è aberrante, i nostri figli! Tante bravissime cuoche devono essere vicini ai nostri bambini, tuonavi.
E ora? Ora
Cosa ne pensi?

Anna Veronelli, quando sedeva tra i banchi dell’opposizione

Perché taci? Non fai più parte di quella commissione III? Da presidente del consiglio sei anche consigliere, non intervieni più sul tema? Preferisci esternalizzare? Ma come…?
Credi che dare a un privato che pensa solo a guadagnare sia meglio di un servizio pubblico definito anche da te eccellente? Con le piccole cucine…
Impossibile il punto unico tuonavi, ne chiedevi 4/5 ma vicino agli alunni.
Ora forse sarà unico e privavo. Forse 4/5 ma lontano dalle strutture scolastiche.
Come cambia tutto Anna, come spariscono gli impeti che ti hanno fatto schierare con i genitori.

A proposito… ma le
Assemblee di zona? Le assemblee tematiche?
Anna rimediamo subito, attiviamo un assemblea tematica sul tema l’amministrazione può, tu ne fai parte, spiega le scelte del tuo sindaco a tutti i cittadini, dialoga ancora con quelle mamme e con quei papà che hai sistemati e che sicuramente ti hanno sostenuto.
Luca
Ex consigliere ma cittadino comasco a tutti gli effetti.
Ps 400 firme altrimenti sono il numero di firme necessarie per imporvi un assemblea tematica, vi sembrano tante?

Qui la risposta di Anna Veronelli:

Mense, il romanzo epistolare Veronelli-Ceruti. “Caro Luca, la mia è solo coerenza. Te lo dimostro”

  1. Patrignani Massimo

    Luca, mi hai tolto le parole dalla tastiera….. stanno distruggendo due esperienze in una sola volta. Chiudono le cucine pubbliche con una serie di scuse senza capo ne coda e fanno morire le esperienze partecipative che tu per primo avevi chiesto ed ottenuto. Hai ragione 400 firme non sono poi tante….

  2. patrignani massimo

    Dunque, la cucina della scuola di via Fiume va chiusa. Non è in regola. Ci hanno dato anche la multa. Ma se ti danno una multa perchè la tua macchina non ha le gomme da neve, tu vendi macchina?

  3. patrignani massimo

    Dunque, la cucina dell’asilo Sant’Elia va chiusa perchè l’edificio è sottoposto a vincolo monumentale. Diceva bene quel tale ministro (di Forza Italia….): con la cultura non si mangia!

  4. Lucrezio

    Sbalordito sono sbalordito come taluni pseudi politici si comportino. Come si fa a mettere sul lastrico personale /famiglie solo per favorire un ‘azienda esterna. Veronelli Landriscina spero che abbiate ragione altrimenti anche questa scelta potrebbe essere l’ennesima figuraccia

Commenta

la tua mail non sarà pubblicata